Botero: ‘ Noi lavoratori, musicisti per passione’

I Botero, giovane band milanese, si presenterà nella sezione giovani del Festival di Sanremo con il brano “Siamo treni”, un brano che tratta, attraverso la metafora dei treni, della frustrazione derivata dall’alienazione del lavoro.
I quattro ragazzi, infatti, non vivono di musica, ma fanno gli impiegati dedicando il tempo residuo alla loro passione. “Il riscatto è il sogno nel cassetto di chi timbra il cartellino”, spiega Luigi Santoro il leader della band. “Per il momento non abbiamo mollato i nostri lavori. Ci piacerebbe però poter andare avanti continuando a realizzare le nostre cose con dignità”.
I Botero si presenteranno sul palco sanremese con abiti disegnati dallo stesso Santoro e dipinti da un loro amico pittore. Nel caso i quattro approdassero alla finale indosseranno dei capi rosa con immagini di nuvole. (Fonte: La Repubblica)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.