Andrea Febo: da 'Verso boh' un viaggio 'All’infinito'

Era ormai la terza volta consecutiva che Andrea Febo tentava di superare le selezioni dell’Accademia di Sanremo, il concorso che ogni anno dà la possibilità a quattro giovani emergenti di partecipare al grande Festival nella categoria delle nuove proposte. Il bilancio del primo anno non era stato particolarmente positivo, ma già al tentativo successivo Andrea prometteva bene: sicuramente si era distinto tra gli altri concorrenti per la sua originalità e simpatia e per quel sorriso stampato sul viso che non lo abbandonava mai durante le esibizioni. Non c’è da stupirsi, quindi, se questa volta Andrea è riuscito ad aggiudicarsi, tramite l’Accademia, un posto sul palco dell’Ariston per la prossima edizione del Festival di Sanremo. Deve ringraziare “Verso boh”, il brano fresco e decisamente allegro con cui ha concorso per ben due anni e che gli ha aperto le porte verso la gara canora più prestigiosa in Italia. La canzone è autobiografica e racconta un suo momento di crisi vissuto tempo fa: ”In quel periodo ero stufo di alcune cose”, spiega il giovane cantante romano, “Non mi andava più di stare a Roma in mezzo al casino e quindi sono partito. Ma automaticamente quelle cose che mi davano fastidio alla fine mi sono mancate”. Il viaggio è anche il tema del brano che proporrà a Sanremo e che si intitolerà “All’infinito”: “Anche questa canzone parla di un viaggio” ha detto Andrea, “ma è molto più introspettiva, seria ed intima di ‘Verso boh’”. Il brano che presenterà al Festival non è “la classica melodia sanremese all’italiana” che con lui ha ben poco a che fare: si tratta invece di un pezzo grintoso con una ritmica a tratti decisamente energica, forse, come afferma egli stesso, un segno che “qualcosa a Sanremo sta cambiando”. E’ già pronto anche il videoclip tratto dalla canzone, molto diverso da quello di “Verso boh” (già in programmazione su Magic TV e Videoitalia) di cui il cantante non vuole anticipare molto: “Dirò solo che volerò…e basta!”.
In concomitanza con il Festival uscirà il suo primo album con otto canzoni, frutto di un lavoro di quasi tre anni. Tra i brani che comporranno il CD spicca “Il pasticcere”, una classica melodia studiata per l’estate in cui si raccontano i vari tipi di approcci che diversi “personaggi”, a seconda della loro professione, mettono in pratica per conquistare una donna. I testi delle canzoni racconteranno storie di vita vissuta dal cantante stesso o da alcuni suoi amici e saranno scritti in collaborazione con l’autrice Alessandra Carnevali, proveniente dalla celebre scuola di Mogol: “Alessandra è molto brava”, ha detto Andrea, “ed è riuscita a trasformare in parole quello che sentivo e volevo raccontare”. Febo ha lavorato invece alle melodie, mentre gli arrangiamenti sono affidati a Stefano Profeta (il suo produttore) e ad Enrico Solazzo, già collaboratore di Alex Britti, i quali avevano già curato la parte musicale di “Verso boh” (una curiosità: nel brano canta anche Daniele Vit, corista di Britti e, anche lui come Febo, nuova proposta della prossima edizione del Festival). Andrea ha voluto che gli arrangiamenti fossero molto semplici, non troppo studiati, con una minore componente elettronica rispetto a “Verso boh” e soprattutto che permettessero al testo di raggiungere gli ascoltatori senza essere sommerso dai vari strumenti. Ed è proprio nei testi delle sue canzoni che emerge il suo messaggio: “Cercare di dare positività alle cose negative”, insomma quel modo ironico di vedere la vita che, unito alla sua semplicità ed imprevedibilità, faranno di Andrea Febo un personaggio decisamente particolare.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.