La casa dove è morto Harrison non era di McCartney

A quasi un mese dal triste evento, continua la ridda di voci e smentite sui dettagli della scomparsa di Gorge Harrison.
Nei giorni scorsi una televisione di Los Angeles aveva diffuso la notizia che la casa californiana in cui è spirato l’ex beatle sarebbe appartenuta al suo ex-collega McCartney (vedi news) che l’avrebbe acquistata qualche mese prima. Il portavoce di Macca, però, ha seccamente smentito tutto, bollando la voce come “pura finzione”.
"Paul McCartney non possiede nessuna casa nello stato della California", ha precisato Paul Freundlich all’agenzia Reuters, spiegando che il suo assistito aveva semplicemente affitato una magione sulla costa ovest degli Stati Uniti qualche mese fa, ma giusto per il tempo di completare il lavoro a “Driving rain”. La casa, sempre secondo il portavoce, non è mai stata acquistata ne imprestata alla famiglia di Harrison.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.