Vittima illustre della rissa tra Chris Brown e Drake chiede 20 milioni

Vittima illustre della rissa tra Chris Brown e Drake chiede 20 milioni

Il cestista Tony Parker ha deciso di fare causa al club dove Drake ha preso a bottigliate Chris Brown. La guardia dei San Antonio Spurs vuole 20 milioni di dollari di danni dal W.i.P di New York che accusa di negligenza per aver permesso ai due artisti e ai rispettivi entourage di essere nel locale nello stesso momento nonostante le ben note tensioni tra di loro. David Jaroslawicz, avvocato della stella NBA (che è anche l’ex marito dell’attrice di “Desperate housewives” Eva Longoria), ha presentato i documenti alla Corte Suprema di New York e formulato pesanti accuse ai proprietari del luogo dove la rissa si è consumata. Per il legale, fornire bottiglie di alcolici ai due clan rivale equivaleva a versare benzina sul fuoco. Tutto è iniziato quando Chris Brown ha fatto pervenire una bottiglia al tavolo di Drake che ha interpretato il regalo come una provocazione. Ne è scaturita un’accesa lite dove il nome di Rihanna ha avuto un ruolo cruciale, essendo stati entrambi i protagonisti coinvolti sentimentalmente con la giovane cantante. Qualche parola di troppo e dall’entourage di Drake sono partite bottiglie verso Brown il quale ha riportato un taglio sul mento. Bilancio peggiore per Parker che ha l'occhio sinistro fuori uso per via di una lacerazione della cornea più altre ferite. Il giocatore di basket era inizialmente seduto al tavolo con Brown, ma stava andando via quando è iniziato il lancio di bottiglie. Parker dovrà stare a risposo e saltare gli allenamenti con la nazionale francese di pallacanestro.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.