NEWS   |   Italia / 15/06/2012

Baby K:’Tra two step e rap italiano, ecco come esprimo ciò che sono’

Baby K:’Tra two step e rap italiano, ecco come esprimo ciò che sono’

Tra i tanti nomi noti del rap “nostrano”, si sta facendo strada, a suon di rime e frasi taglienti, una ragazza: Baby K. Cresciuta nella capitale inglese, la rapper porta con sé un bagaglio di ritmi e metriche internazionali, che ripropone anche nelle sue produzioni più recenti. E’ uscita proprio in questi giorni la sua ultima fatica in studio, “Lezioni di volo”, che contiene brani realizzati in collaborazione con Ensi, Brusco, ‘Ntò (ex Co’ Sang), Shablo e LaMiss. Raggiungiamo Baby K prima della sua data, questa sera, 15 giugno, al Mi-Ami Festival di Segrate (MI) e parliamo con lei dei suoi esordi, del rap italiano e dei suoi progetti futuri: “Sono italiana ma ho vissuto Londra fino alla mia adolescenza, frequentando lì le scuole. Durante gli anni delle superiori, i ragazzi ascoltavano, soprattutto in periferia, la UK garage, più nota come two step, nella quale campioni di r&b vengono mixati a basi con ritmi molto sincopati. Io ho cominciato a quei tempi a scrivere i primi testi, avevo quattordici anni. A diciassette anni sono arrivata in Italia e mi sono appassionata di musica hip hop, conducendo anche un paio di programmi in radio, intervistando personaggi noti della scena. Nel frattempo rappavo di nascosto, mi vergognavo un po’ di confessare alle mie amiche che mi piaceva comporre rime: l’hip hop ha un linguaggio duro, a volte volgare, non è un genere da ‘signorine’. Prendo coraggio e incido un brano che capita tra le mani di Squarta, dei Cor Veleno, con il quale ho iniziato a preparare un disco mai pubblicato. Nel periodo delle registrazioni incontro Amir, che mi vuole nel suo street album, e così e avvenuto il mio debutto ufficiale”, racconta l’artista. “Ho deciso di pubblicare ‘Lezioni di volo’ in download gratuito in modo tale da poter far circolare la mia musica, per farmi conoscere. E’ il terzo album che decido di rilasciare in questo modo, è una sorta di preparazione al disco vero e proprio. Negli USA, ora, anche artisti hip hop di grande levatura pubblicano mixtape in free download, vuoi per la crisi, vuoi per presentare i propri progetti. Oggi, in Italia abbiamo una cultura hip hop che si sta sempre più consolidando, che finalmente suscita interesse anche negli addetti ai lavori. Il nostro rap ha vissuto una ‘golden age’ negli anni Novanta per poi subire una fase di declino. Da qualche anno a questa parte, il rap è tornato ad essere il modo di esprimersi dei ragazzi, i quali si identificano nelle canzoni proposte da chi gravita in questo genere musicale. Inoltre, sono sempre più frequenti le collaborazioni tra rapper ed artisti provenienti da altri mondi musicali. Il che vuol dire che è tutto in movimento, l’hip hop non è più la musica dei ‘ragazzini dai pantaloni larghi’. Ora, ai concerti trovi ragazzi che ascoltano i Coldplay e Boys Noize senza problemi”, prosegue la cantante. Baby K ha partecipato alla riedizione de “Hanno ucciso l’uomo ragno” degli 883 rappando nel brano “Fatti toccare”: “E’ stato grazie a Don Joe (dei Club Dogo N.D.R.) che ho potuto prendere parte a questo bel progetto, sono ancora incredula. E’ stata una bellissima esperienza, che mi rimarrà ben impressa nella memoria. Sono certa, sarà una momento da ricordare anche il concerto di stasera al Mi-Ami. Una venue prettamente indie che ospita dei rapper. Sono curiosa di vedere le reazioni del pubblico. Questo conferma quanto detto prima sull’importanza che l’hip hop sta conquistando nel nostro Paese”.




Baby K aprirà anche il concerto di Nicki Minaj il prossimo 21 giugno all’Alcatraz: “Sono a dir poco elettrizzata, è una data molto importante per me, nonché una grande responsabilità. Esibirsi prima di colei che ora incarna ciò che vuol dire hip hop nel Mondo mi fa quasi tremare. Ce la metterò tutta. E poi, più ‘femmina alfa’ di lei chi potrebbe esserci?”, conclude Baby K. Per conoscere tutte le date dal vivo dell’artista è possibile visitare il suo sito ufficiale.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi