La musica trionfa anche in Afghanistan

Nessuno vive senza musica, neppure gli afghani, che, dopo la caduta del regime dei talebani e la scomparsa di tutti quei divieti contro il libero ascolto di canzoni in strada come in ogni abitazione privata, in questi giorni ritornano ad assaporare la bellezza della melodia, attraverso le radio, nei luoghi pubblici o semplicemente suonando strumenti tradizionali in compagnia. E tra tanta gioia ritrovata, spunta anche una classifica di divi locali: tra i primi Ahmad Zahir, il più importante musicista afghano, morto alcuni anni fa ma ancora amatissimo, seguito dal suo attuale erede Farhad Darya e dal giovane Sear Azizi. (Fonte: La Repubblica)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.