Bari: Biagio Antonacci al pronto soccorso

Bari: Biagio Antonacci al pronto soccorso

Biagio Antonacci è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici dell'ospedale di Bari dopo una cena a base di pesce consumata nel capoluogo pugliese. A raccontare l'accaduto è stato lo stesso cantante ai microfoni di RadioNorba: "Mentre mangiavo del pesce al forno, talmente tanta l'eccitazione che mi è rimasta una lisca in gola. Sono dovuto andare in ospedale, dove ho trovato un team fantastico che ha tolto questa spina magica. Ho ricevuto messaggi da tutta Italia, ringrazio i miei fan", ha spiegato l'artista, che - commentando la vicenda, conclusasi nel migliore dei modi - ha citato San Biagio, agiograficamente noto proprio per aver salvato un bambino che stava soffocando dopo aver ingerito una lisca di pesce.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
29 set
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.