Parlano i Kamastra – Qifti, vincitori del Premio Lunezia come miglior band

I Kamastra – Qifti sono i freschi vincitori del Premio Lunezia nella sezione “Giovani autori”.
Il gruppo, formato da quattordici ragazzi (sei ragazze e otto ragazze), proviene dalle comunità di origine albanese di Portocannone e Montecilfone, in Molise, e ha come obiettivo quello di recuperare le tradizioni linguistiche e musicali di quella che è stata la terra dei loro avi, l’Albania.
Inizialmente, la formazione era divisa in due gruppi distinti: la Kamastra (la catena a cui si appende il paiolo), proveniente da Montecilfone, era un gruppo corale di musica folk di sole ragazze, mentre i Qifti Arbërechë (l’avvoltoio albanese), originari di Portocannone, erano un gruppo maschile di musica strumentale.
La loro unione, avvenuta per caso, ha dato vita ad una miscela di tradizioni balcaniche e musicalità mediterranee, poi confluite nelle loro composizioni. Una di queste, “Liri (Voglia di libertà)”, è l’artefice della loro affermazione al Premio Lunezia.
Cristian Iacovelli, autore delle musiche e dei testi (con Antonella Pelilli, voce solista), ci ha spiegato come e perché è iniziato questo viaggio all’interno della cultura albanese: “L’arbërechë (si legge arbresh, ndr) ha un enorme valore per noi, abbiamo l’onore di parlare una lingua che nemmeno in Albania si parla più, e pochi se ne rendono conto”.
I temi trattati nelle canzoni dell'ensemble vanno dalle imprese dei loro eroi (“Skanderberg”, nome di un famoso condottiero), ai fatti di tutti i giorni (“Ikmi Ikmi”, dedicata alla tragedia del Kosovo) e al dramma di chi abbandona la propria patria.
“Quanto cantiamo il nostro essere ‘sangue sparso’ – continua Cristian – poniamo l’accento su un sentimento esistente sia tra i nostri anziani sia tra i nuovi profughi albanesi che, radunandosi ai nostri concerti, ci aiutano a non far scomparire il nostro ‘dialetto’”.
Ora che la loro strada è segnata, i Kamastra – Qifti andranno in tour nelle altre comunità Arbërechë presenti in Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata, e, il prossimo inverno, incideranno finalmente il loro primo disco.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.