Torna a Milano il musical 'Rent'

Chiude la stagione e anche i battenti al Teatro Nazionale di Milano, il musical “Rent”.

Un musical “scomodo, di rottura” come è stato definito alla conferenza stampa di presentazione delle repliche milanesi. Si tratta infatti di una rock opera nata in anni recenti (nel 1996) e circondata da una specie di aurea di show “maledetto”. Il suo autore Jonathan Larson è infatti morto pochi giorni prima del suo debutto, perdendosi la soddisfazione del suo lavoro. Le beffe del destino che popolano la trama di “Rent” sono dunque uscite dalla finzione per colpire davvero chi le ha create. “Rent” è una trasposizione della “Bohème” di Puccini ai giorni nostri, ambientata nella New York degli anni ’90, dove anziché di tubercolosi la gente si ammala di Aids ed espressioni artistiche come la pittura o la scultura sono sostituite dai video e dall’arte multimediale.
A Milano, “Rent” chiude due anni di tournée che hanno raccolto circa 120.000 spettatori. “La forza di ‘Rent’ – afferma Nicoletta Mantovani, produttrice del musical – è quella del gruppo: è uno spettacolo corale e l’energia che si passano i protagonisti arriva anche alla platea”. Il fatto di riproporlo a Milano, dove l’anno scorso è stato già visto, è una sorta di sfida, secondo la Mantovani: “’Rent’ non è un classico e non ha personaggi famosi tra gli interpreti, quindi è un trionfo su due fronti. Inoltre c’è un cast rinnovato e in questo momento in Italia c’è grande attenzione per la formula del musical”.
“Rent” rimarrà al Teatro Nazionale dal 19 al 29 aprile. Poi sarà la volta di uno spettacolo nuovo? “Ho sentito delle musiche interessanti e ho già delle idee” rivela Nicoletta Mantovani. Staremo a vedere.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.