Due ex Destiny's Child in cerca di riscossa con il nome 'Angel'

Le ex componenti del gruppo Destiny’s Child, LeToya Luckett e LaTavia Roberson si stanno preparando al lancio del loro nuovo progetto musicale. Il duo chiamato Angel, è infatti al lavoro con Brian e Brandon dei Jagged Edge per l’album di debutto.
LeToya e LaTavia hanno lasciato il loro gruppo originario nel febbraio 2000 a causa di disparità di trattamento economico da parte del manager Matthew Knowles (papà e zio rispettivamente delle altre due componenti del gruppo, Beyoncé e Kelly).
Il nome del gruppo suona piuttosto familiare per le Destiny’s Child superstiti, essendosi definite “gli angeli” dopo il successo della loro canzone “Independent woman part 1” per la colonna sonora del film “Charlie’s Angels”. Inoltre “Angel” è anche il titolo della canzone di Kelly Rowland inserita nella colonna Sonora del film “Down to earth”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.