Testimonianza cruciale al processo contro Puff Daddy

Definita come cruciale, la testimonianza di Wardel Fenderson al processo contro Puff Daddy, ha apportato nuovi particolari alla vicenda della sparatoria al Club New York del 27 dicembre 1999. Fenderson, autista di Puff Daddy, ha dichiarato di aver visto il rapper con una pistola nera, gia’ prima di arrivare al locale. “Ero scioccato”, ha raccontato, “non capivo cosa ci facesse con una pistola in mano”. Dopo averlo condotto al club, Fenderson ha atteso fuori e successivamente ai colpi di pistola, ha visto Puff Daddy, Jennifer Lopez e la guardia del corpo Jones precipitarsi in macchina. Jennifer Lopez durante la folle corsa di quella notte avrebbe detto di aver visto il rapper Shyne sparare in aria, mentre Puffy e Jones cercavano il compartimento nascosto dell’auto, poco prima di essere fermati dalla polizia sull’ottava avenue. “Nell’auto c’era il caos”, ha dichiarato Fenderson, “il signor Combs e il signor Jones mi incitavano a non fermarmi e nel frattempo cercavano di aprire il vano nascosto della Lincoln navigator”. Fenderson non ha visto lanciare una pistola dall’autovettura, ma ha avvertito un certo cambiamento d’aria arrivare all’improvviso, come se qualcuno avesse abbassato un finestrino. Fenderson ha inoltre dichiarato che Puff Daddy ha cercato di convincerlo a prendersi la colpa per pistola in cambio di un anello del valore di 300 mila dollari e 15 mila dollari in contanti. L’autista ha inizialmente rivendicato la proprieta’ di quell’arma, ma poi ha ritrattato tutto.
Nonostante sembri improbabile una testimonianza di Jennifer Lopez, la cantante sembrerebbe l’unica testimone in grado da poter fornire in maniera dettagliata una descrizione dei fatti di quella sera, essendo lei la sola ad essere stata al fianco di Puff Daddy dall’inizio alla fine.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.