Confermato, Plan B torna al rap

Plan B, il cantante londinese che iniziò come rapper per poi passare al soul e che con l'album "The defamation of Strickland Banks" ha avuto un ottimo successo con il numero 1 in Gran Bretagna e 7 in Irlanda e Germania, ha confermato quanto aveva precedentemente accennato. E cioé che tornerà al rap. La mossa ovviamente non è piaciuta all'etichetta 679 Artists che pregustava di ripetere il botto di "The defamation", e così Plan B, al secolo Ben Drew, lo immetterà sul mercato con una label istituita per l'occasione. Il successore di "The
defamation" è stato battezzato "The ballad of Belmarsh" ed uscirà entro la fine di quest'anno.

"E' più come il mio primo album, 'Who needs action when you got words'", ha detto il cantante. "Il mio primo disco era il genere di disco che, quando ti passano accanto i genitori, ti fanno 'toglilo e dammelo qui, questo adesso va a finire nella spazzatura'. Ma, con il secondo album, gli stessi genitori invece ti dicono 'ma senti che bravo questo qui'. Con questo terzo album i genitori torneranno a dire 'ma spegni quella merda'. Sarà un album di hip-hop underground che parla di Strickland Banks che lo sbattono dentro a Belmarsh".





Contenuto non disponibile







HM Prison Belmarsh è un duro carcere maschile nella zona londinese di Greenwich. Nel novembre dello scorso anno Ben aveva anticipato la mossa affermando: "Per il terzo disco tornerò alle radici, all'hip-hop. I miei fan probabilmente lo odieranno. Credo che tornerò nell'oscurità, e poi tutti penseranno che sono stato una meteora. Alla gente a cui piace la buona musica il mio disco hip-hop piacerà,
ma non credo che impazziranno. Potrei anche pubblicare il disco gratis".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.