Negli USA: Backstreet Boys al numero uno, ma non è record. Beatles secondi

La conquista del primo posto da parte dei Backstreet Boys, con il loro nuovo “Black & blue”, si presta a due considerazioni completamente differenti. Da un lato c’è l’affermazione indubbia: un primo posto negli States, e per di più con la grandiosa cifra di 1.590.000 copie vendute, non si discute. Dall’altro c’è chi invece vi vede l’aspetto negativo, e cioè che “Black & blue” (così intitolato per i colori dei vestiti della boyband durante un servizio fotografico) non è riuscito a superare il record afferrato dagli amici-rivali ‘N Sync lo scorso marzo con 2.400.000 copie del loro “No strings attached”. Da qualunque parte si voglia considerare la cosa, rimane il fatto che i BSB si sono migliorati: il loro precedente “Millennium” aveva infatti esordito in classifica con 1.130.000 copie. Il milione e mezzo di unità smerciate da Nick e soci fa così retrocedere “1” dei Beatles, compilation di 27 grandi brani dei Fab Four, sul secondo gradino. Alle spalle dell’ex regina un’altra compilation, anche se forse meno nobile, e cioè “Now that’s what I call music-Vol. 5”. La stella del country Tim McGraw esordisce sulla quarta tacca con il suo “Greatest hits”, del quale dai negozi sono uscite 306.000 copie. Buono ma non eccezionale l’arrivo di “The W”, il nuovo dei Wu-Tang Clan: quinto posto con 301.000 pezzi. Chiudono la Top 10 i più recenti lavori di Sade, R.Kelly, OutKast, Limp Bizkit e Ricky Martin. “Mama’s gun” di Erykah Badu, con 190.000 unità, per poco manca l’aggancio alla Top: il disco chiude la settimana all’undicesima posizione. Numero 23 per l’ultimo di Enya, “A day without rain”. E, alla fine, una curiosità: se verso il ’95 Oasis e Blur sognavano di conquistare l’America cavalcando le armate Britpop, questa volta i loro ultimi lavori si devono accontentare delle briciole. “Familiar to millions”, il live dei fratelli Gallagher, debutta al numero 182, mentre il “Best of” di Damon e soci lo segue mestamente al numero 186.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Andrea Rosi (Sony Music Italy)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.