Un DJ robotico per studiare la popolazione delle piste da ballo

A Zurigo, all’istituto di neuroinformatica si sta lavorando su un programma dal nome Roboser. Sviluppato in collaborazione con l’istituto per lo studio dei suoni di San Paolo, in Brasile, era nato come un semplice robot con capacità motorie. Poi è diventato qualcos’altro.
Lasciati perdere gli studi sui movimenti, a Zurigo hanno deciso di concentrarsi solo sulla percezione di Roboser, mettendo a disposizione della musica dance e delle piste da ballo. Con gli occhi puntati sul “dancefloor” allora Roboser, con la sua telecamera incorporata, dovrebbe percepire i movimenti dei “clubbers” di turno e, a secondo della loro densità e dei loro movimenti, dovrebbe conseguentemente ritmi di un certo tipo, a seconda della situazione della pista da ballo.

Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.