NEWS   |   Italia / 24/05/2011

Mango, 'La terra degli aquiloni': 'Le canzoni devono arrivare agli occhi'

Mango, 'La terra degli aquiloni': 'Le canzoni devono arrivare agli occhi'

A tre anni di distanza dalla pubblicazione di un album di cover ("L'acchiappanuvole") e a due anni dall'uscita di un doppio cd live, Mango torna con un disco di inediti dal titolo "La terra degli aquiloni": "Diciamo che sia il progetto di cover sia il disco dal vivo", spiega il cantante, "hanno richiesto molta attenzione e molto impegno. L'ultimo disco di inediti risale a quattro anni fa e nell'ultimo anno ci siamo dedicati io, Carlo De Bei e Rocco Petruzzi, formazione stabile per quanto riguarda la costruzione, gli arrangiamenti e la scelta dei pezzi, alla pre produzione dei brani per poi negli ultimi mesi chiuderci in studio per le registrazioni e per i mix. Volevo un album che riuscisse a parlare di quelle che sono le mie aspettative e i miei punti cardini, quelli sui quali mi piace pensare si basi la mia esistenza. Parto dal presupposto che se ci sono problematiche la vita esiste, è concreta, in movimento e ti da la possibilità di esprimere i tuoi sentimenti e i tuoi modi di pensare e di vedere le cose che ci sono intorno".
All'interno del disco sono presenti nove brani inediti e due cover, "Volver" di Gardel e "Starlight" dei Supermen Lovers: "Quando scrivo un brano nasce sempre prima la musica. Il mio modo di essere cantautore è più simile a quello di Lucio Battisti piuttosto che a quello di Francesco Guccini. Lo spazio che si regala al lato musicale è fondamentale, perché sono molto importanti l'impatto e la bellezza sonora di un brano. Non che il testo abbia una minore importanza, può capitare che le liriche nascano in contemporanea con la musica come è successo per il brano 'La terra degli aquiloni' dove c'è una progressione e le due cose nascono e crescono insieme. Ho voluto inserire altre due cover", ha aggiunto Mango, "perché con l'esperienza del disco 'L'acchiappanuvole' mi era piaciuto moltissimo, tanto da considerarlo un disco di inediti miei perché ho cercato far diventare le canzoni mie il più possibile".
Alla realizzazione del disco, oltre a De Bei e a Petruzzi, hanno collaborato anche Pasquale Panella, autore insieme a Mango di tre brani, e Maurizio Fabrizio, autore insieme a Morra della canzone "Il rifugio": "Negli ultimi anni scrivo da me la maggior parte dei testi. Lavorare con altri autori in passato per me voleva dire definire il testo per renderlo sempre più vicino a quello che era il mio modo di pensare, doversi appropriare della sensibilità e della emotività di un'altra persona e farla propria. Adesso posso lavorare su quello che è il mio sentimento e sul modo che emoziona me stesso. Mi metto al pianoforte e comincio a lavorare a una canzone, senza per forza avere il testo. I brani devono arrivare agli occhi, devono farli inumidire, devono far risalire la nostra sensibilità che teniamo nel cuore, con la musica diamo un'apertura a quella sensibilità e con il testo la si descrive con le parole e diventa concreta". Altri ospiti d'eccezione nel disco sono la compagna di Mango, Laura Valente (ex Matia Bazar), e i loro due figli Angelina e Filippo: "Lavorare con la mia famiglia è stato stupendo. Angelina è molto brava e determinata, Filippo è un bravissimo batterista, anche se fa finta di non saperlo. Sentirlo suonare nel mio disco, in sala di registrazione, mi ha fatto pensare di avere lì accanto una parte di me, poi l'ho guardato bene e mi sono accorto che non è così, che ha tutta una sua personalità. A lavorare con i tuoi figli scopri un'emozione sconosciuta, ti commuovi quando scopri che sei riuscito a trasmettergli qualcosa di te. Detto questo non manderei mai mio figlio a un talent show, penso non sia trovo sia una cosa inconsistente, che crea illusioni inutili in questi ragazzini. Quando arrivi da quei format non hai sacrifici alle spalle e non sa cosa vuol dire entrare in questo lavoro".
Oltre alle tracce audio, nel disco è presente anche un video di diciotto minuti: "E' più di un videoclip", racconta Mango, "E' una sorta di spiegazione di tutto quello che abbiamo fatto durante la lavorazione di questo disco, sono diciotto minuti di video dove io ho la possibilità dio descrivere anche il mio team di lavoro".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi