Festival di Glastonbury: truffe e 57 arresti

Prime vittime di furbi truffatori al festival di Glastonbury. Alcuni spettatori, regolarmente provvisti di regolamentare (e salato: circa 270.000 lire) pass, sono stati convinti da alcuni imbroglioni, camuffati con vestiti molto simili a quelli della security ufficiale, a consegnare loro il prezioso tagliando per presunti “controlli” prima di giungere ai cancelli. Qui giunti, immancabilmente, i polli si sono sentiti dire che non avrebbero dovuto consegnare i pass. Un responsabile del popolare “Glasto” ha riferito ad un giornale britannico che si tratta di un nuovo tipo di truffa, mai verificatosi in precedenza. Intanto la polizia ha già arrestato 57 persone per reati collegati al possesso di droghe.

Dall'archivio di Rockol - Quando la rockstar mostra il medio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.