Rockol Awards 2021 - Vota!

Sanremo: parlano Luis Bacalov e Roger Clinton

"Non sono un esperto di musica leggera" esordisce Luis Bacalov, compositore prestigioso e membro della commissione selezionatrice delle canzoni (di musica leggera, appunto) in gara al Festival.

Bacalov, in sala stampa, ha raccontato qualche dettaglio sulle modalità con cui ha lavorato la commissione ("ma è passato del tempo, non mi ricordo granché…"), ha rivendicato l'autonomia di scelta dei giurati e il loro diritto a sbagliare, ha - a domanda - precisato che a lui "Cirano" degli Avion Travel non era piaciuta. Bacalov ha anche risposto a una domanda relativa all'ipotesi di un "Concerto Grosso" numero 3 da realizzare, come i due precedenti, in collaborazione con i New Trolls. "C'è un pezzo musicale che abbiamo cominciato a lavorare, ma in questo momento il gruppo vive problemi e contrasti interni. Può darsi che quella musica diventi per me l'occasione di collaborare con un gruppo rock americano".
Grande ressa di fotografi per Roger Clinton, personaggio del giorno. Lui, da buon bisteccone americano, sta al gioco, e tutto contento si mette a disposizione. Una sola domanda, viene detto all'inizio dell'incontro, è off limits: l'unica che tutti avrebbero voluto fargli. Così si parla d'altro: "Sono molti anni che sento parlare del Festival di Sanremo, è un onore essere invitato qui, ne ho parlato con mio fratello e anche lui è contento per me"; "No, stasera Bill non sarà all'Ariston, ha altri impegni in California perché è il compleanno di Chelsea"; "nostra madre, che è stata la persona più importante della mia vita, credeva nella forza e nel potere della musica, e ce l'ha sempre fatta ascoltare fin da bambini"; "non so molto delle intenzioni di carriera politica di mia cognata Hillary; lei è una leader nata, ma non sono convinto che abbia intenzione di entrare subito nel campo dell'impegno politico"; "il mio genere musicale preferito è il rhythm&blues, la canzone che canterò a Sanremo si intitola 'Nothing good comes easy', è dedicata a mia madre ed è la title-track del mio prossimo Cd"; "sono disponibile a parlare con impresari italiani per discutere di un possibile tour qui da voi"; "mio fratello era un ottimo sassofonista, e mia madre sognava che anch'io imparassi a suonare il sax; ma non è andata così. Lui adesso non ha più tempo per lo strumento, e io ho preso un'altra strada"; "i miei idoli musicali? Michael Jackson e Elvis Presley".
Prima della fine, con un astuto stratagemma, un collega riesce a sollecitare il tema "proibito" del Sexgate: ottiene una risposta standard che non dice niente di particolarmente significativo, salvo esprimere generici concetti di solidarietà con Bill e Hillary.
Noi avremmo voluto chiedere a Roger Clinton se è vero che la canzone italiana preferita da suo fratello è "In ginocchio da te": ma temevamo rappresaglie, e abbiamo desistito. Sarà per un'altra volta.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.