Sanremo 2011, Giovani verso il Festival: Neks

Romano, classe 1993, Neks - al secolo Federico Granaldi - è anagraficamente parlando un perfetto figlio dei suoi tempi: appassionato di musica fin da giovanissimo (studia pianoforte, prima da autodidatta, e poi con un maestro), a dodici anni viene folgorato sulla via di Damasco dal rap e la sua vita cambia.

"La musica l'ho sempre avuta in testa", racconta lui al telefono dallo studio dove sta realizzando il suo disco di debutto: "Mi sono avvicinato al pianoforte per necessità, da autodidatta, per poi proseguire gli studi sotto la guida di un'insegnante. A dodici anni, però, il rap mi ha conquistato. La tastiera la frequento ancora oggi, ma ho preferito concentrare tutte le mie energie sull'hip hop". E Neks (acronimo estrapolato da una frase che era solito ripetergli, da piccolo, il nonno malato, al quale l'artista è sempre molto legato, "non essere come sei", con la licenza della "k" al posto della "c"), in perfetto stile urban, comincia dal basso: "E' stato inevitabile iniziare coi grandi rapper americani, poi, però, ho preferito negli ascolti quelli italiani. Avevo una voglia incredibile di cimentarmi in prima persona e la questione linguistica aveva un peso non indifferente. I miei amici mi fecero conoscere i .Colle der Fomento, che allora non erano ancora un fenomeno nazionale ma che a Roma e tra gli appassionati erano già un nome molto conosciuto: ascoltando loro e altri gruppi locali ho iniziato a scrivere i primi testi". Il passaggio, artisticamente parlando, all'età adulta viene sancito però dall'incontro con Marco Canigiula, in arte André, autore, arrangiatore, compositore e suo attuale produttore: "Con lui ho capito quale fosse veramente la mia strada. Ho iniziato a lavorare sul mio stile, a renderlo più personale: musicalmente parlando, la passione per il pianoforte non si è mai sopita, tanto che - per i miei nuovi brani - uso prevalentemente strumenti acustici per realizzare le basi, preferendo le vecchie take suonate dal vivo che non i campionamenti". "Occhi" sarà il brano col quale Neks cercherà di espugnare l'Ariston: "E' una canzone inevitabilmente autobiografica: parlo dei problemi familiari che ho avuto, e ne parlo perché altre gente, che ha avuto i miei stessi problemi, possa sapere di non essere sola, e possa seguire il mio esempio. Se io sono riuscito a trovare il coraggio per guardare avanti, chiunque può farlo". Nel testo, però, il discorso si allarga a questioni molto più generali... "Gli occhi del bambino africano che cito non si riferiscono tanto a problemi contingenti del continente", spiega lui: "Parlo più di chi, per varie ragioni, non riesca più ad intravedere un futuro all'orizzonte, di chi possa aver penso le speranze per mancanza di prospettive: ne parlo perché credo che, con tanto coraggio, le prospettive ed il futuro si possano conquistare. Lo dico anche ai tanti ragazzi della mia età che si sentono scippati del proprio avvenire". Un rapper giovanissimo sul palco ad una manifestazione così istituzionale certo non è una consuetudine... "Infatti sono emozionatissimo. Ci penso tutti i giorni. Mi sono fatto una certa esperienza dal vivo, esibendomi nei locali di Roma, e ho già una certa idea di come muovermi e cosa fare sul palco. Sanremo, però, e tutta un'altra cosa...".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.