NEWS   |   World / 20/09/2010

Indianapolis, arrestato Justin Townes Earle

Indianapolis, arrestato Justin Townes Earle

Justin Townes Earle, cantautore nonché figlio dello storico flokster americano Steve Earle, è stato tratto in arresto lo scorso sabato a Indianapolis per ubriachezza molesta. Tutto si sarebbe svolto durante un concerto che l'artista stava tenendo nella città celebre per l'ovale che ospita i maggiori eventi motoristici a stelle e strisce: a scatenare le ire del cantante sarebbe stato uno spettatore, reo dei aver insistentemente richiesto dalla platea un cover di "Freebird" dei Lynyrd Skynyrd. "Vaffanc*lo 'Freebird': i Lynyrd Skynyrd mi fanno schifo. E vaffanc*lo anche tu", avrebbe risposto il cantante - già piuttosto alterato - allo sconosciuto in platea che, non pago, per "restituire il favore" avrebbe tirato una t-shirt contro la chitarra di Earle. Trasformatosi in bersaglio, Justin Townes avrebbe perso definitivamente le staffe, abbandonando precipitosamente il palco per sfogare la sua rabbia contro gli arredi del backstage, devastandoli. Tratto in stato di fermo per violenza e percosse, e poi rilasciato dietro il deposito di una cauzione di 200 dollari, l'artista è comunque riuscito a postare un messaggio sulla sua pagina di Twitter: "Scusate se a Louisville non sono riuscito a suonare alla radio, ma ero in galera. Stasera, comunque, riuscirò regolarmente ad essere sul palco. Ah, dimenticavo: i tizi di Indianapolis possono baciarmi il c*lo".

Scheda artista Tour&Concerti
Testi