Giamaica, Bounty Killer ancora in arresto

Non smette di collezionare guai con la giustizia Bounty Killer, star della dancehall giamaicana che già lo scorso aprile venne tratto in stato di fermo dalle autorità di Kingston in seguito ad un violento alterco con la sua compagna: la polizia della capitale dello stato caraibico ha di nuovo arrestato il cantante dopo che - sabato sera - una donna l'ha accusato di aggressione.

I contorni della vicenda, ancora poco chiari, non sono stati commentati dall'avvocato dell'artista, che ha preferito non commentare quanto accaduto. Rodney Price - questo il nome all'anagrafe di Bounty Killer - ha già collezionato in passato arresti e denunce per possesso illegale di armi da fuoco, possesso di stupefacenti, aggressione e lesioni volontarie. Presso il grande pubblicò Price fece breccia nel 2001, quando duettò con i .No Doubt di Gwen Stefani nel singolo "Hey baby", estratto dall'album "Rock steady".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.