Noel Gallagher, quanti buoni propositi…

Noel Gallagher, quanti buoni propositi…
Noel Gallagher ha ammesso che “Be here now”, ultimo album degli Oasis (se non si conta la compilation “The Masterplan”), non è riuscito benissimo. Il fatto è, dice adesso Noel, che «mentre lo registravamo eravamo troppo rilassati e pigri per concentrarci seriamente. D’altra parte, quando ti danno un assegno in bianco e una quantità illimitata di ore di registrazione, è un po’ difficile prendersela calda. Se poi dietro l’angolo dello studio ci sono un pub e una rosticceria, rischi anche di ingrassare». A paragone con gli altri due album del gruppo, continua Noel, «non è altrettanto ispirato, non ci siamo sforzati abbastanza»

E nemmeno l’uso di droghe è stato vantaggioso. Gallagher, che giura di aver smesso di assumere qualsiasi tipo di sostanza stupefacente ormai da nove mesi, sostiene che questa rinuncia lo ha aiutato a ritrovare l’ispirazione per comporre. «Alan McGee, il boss della nostra etichetta Creation, ha detto a un suo collega della Sony che abbiamo ritrovato lo spirito giusto. E io so dove l’avevamo perduto: in casa dello spacciatore all’angolo».
In vena di conversazione, Noel ha anche commentato il comportamento di certi gruppi che, in concerto, rifiutano di eseguire i propri successi più popolari, sostenendo che in questo modo «tradiscono le aspettative dei fans. Gli Who continuano a suonare “I can’t explain”, e noi continueremo a suonare “Wonderwall”. I giornalisti ci chiedono se non siamo stufi di farla: come potresti essere stufo, quando hai davanti quindicimila persone che gridano “Wonderwall! Wonderwall! Wonderwall!”? Solo a sentirle ti viene duro…»
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.