«Sono Mel C, cioè Sporty Spice, cioè l'Anticristo»

Si son fatte tante chiacchiere sulla strana Spice diventata punk: «è ora di metterle a tacere e di spiegare un po' come stanno le cose», avrà pensato Mel C prima di affrontare il tour promozionale per presentare il suo debutto da solista, l'atteso "Northern Star".
C'è riuscita piuttosto bene, viene da dire dopo averla incontrata. Anche se "strana" lo è senz'ombra di dubbio. Si presenta alla stampa con indosso una canottiera che lascia, è ovvio, visibili le braccia (tatuate), il pancino (tatuato pure quello), e un paio di jeans semislacciati, da cui s'indovina l'orlo della mutanda (sportiva, naturalmente). E poi, con i capelli corti e ordinati, la faccia pulita, appena truccata, i muscoli guizzanti senza essere eccessivi, così da ricordare un pochino la Sigourney Weaver-Ripley di "Alien".
Perdonateci questa premessa sull'aspetto estetico di Mel "Sporty Spice" C, ma pare evidente che il look, in questo caso più che in altri, corrisponda e risponda alle nuove esigenze discografiche della giovane star. Che ha spiegato, garbata ma decisa: «Il mio lato rock, in realtà, c'è sempre stato. Con le Spice ho fatto tutt'altra musica, e sono contenta di aver potuto realizzare un sogno che covavo da tempo: quello di pubblicare un disco da sola, con le canzoni che volevo io».
Frase rischiosa, che si presta perfettamente a una domanda insidiosetta: non è meglio, allora, mollare le Spice e continuare da sola, come ha fatto - con successo - quell'abile performer che è Robbie Williams? Ma Mel, che non è stupida, non si fa mettere in difficoltà, e ribatte: «Macché, quella era tutta un'altra storia. Robbie ha lasciato i Take That perché il gruppo aveva dei problemi. Noi Spice siamo molto legate, le ragazze sono la mia tribù, la mia famiglia, la mia fortuna. Stiamo lavorando al nuovo album, che uscirà nel 2000: aspettate e vedrete».
A chi le ha chiesto come riesca a conciliare i due aspetti della sua vita professionale, quello "glamorous" con la band e quello duro, puro (e nuovo) da rocker arrabbiata, Sporty Spice ha risposto, tranquilla: «Non ditemi che voi non avete lati diversi del vostro carattere, della vostra personalità. Mi sembra perfettamente normale. Tengo assieme le due cose senza difficoltà. Posso cantare un giorno “Spice up your life”, e il giorno dopo “I am the Antichrist”. Ma non credo che voi pensiate davvero che rappresento il demonio».
Naturalmente no. Viene da chiedersi, comunque, dove trovi il tempo per riposarsi un po', questa ragazza coraggiosa e vivace che ammira molto Madonna, e che come lei ha fatto del suo corpo una macchina (quasi) perfetta: «Alla ginnastica dedico diverse ore al giorno. Faccio yoga e palestra, poi pattino con i rollerblades. Quando sono libera da impegni, il che avviene molto raramente, vado al cinema con gli amici. Non mi lamento: il mio lavoro è la mia vita». E che vita: a quanto pare, Mel C l'anno scorso ha guadagnato 18 miliardi. Né sembra intenzionata a fermarsi qui: «Mi sento molto fortunata. Ho incontrato gente che ha saputo rispettarmi, e io ho rispettato loro. Ho lavorato con produttori del calibro di William Orbit e Rick Rubin. Mi piace quello che faccio, ne vado orgogliosa. Sono contenta anche di alcuni miei colleghi, giovani, che come le Spice fanno pop: Britney Spears, i Backstreet Boys e in generale le band al femminile». Poi fa un sorrisetto, inclina graziosamente il capo e dice, col tono che solo un inglese potrebbe avere: «But I think that there's a lot of shit, as well...»
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
8 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.