Bowie e le rockstar in Borsa: scommessa persa

Bowie e le rockstar in Borsa: scommessa persa

Il "Corriere della Sera", nelle pagine di economia, riporta quanto scritto dal "Financial Times" sulle "obbligazioni Bowie", nate nel 1997.

«"I bond della popstar infilano la nota sbagliata - scrive l'autorevole quotidiano finanziario -, il mercato delle securities musicali è molto più lento di quanto ci si aspettasse". Eppure l'iniziativa, senza precedenti nella storia di Wall Street, era stata salutata come l'inizio di un trend destinato a far arricchire tanta gente. Bowie aveva utilizzato dischi e film della sua fortunatissima carriera musicale e cinematografica per garantire il ‘Bowie Bond’: un titolo a 10 anni con un rendimento annuo del 7,9 per cento. L'emissione ‘asset-backed bond’ (garantita con le attività future del cantante e soprattutto le royalties che ancora riceve per i 25 album di successo incisi nel corso della sua carriera) aveva entusiasmato sia le agenzie di rating sia il mercato. Dopo essere stata promossa col voto più alto da Moody’s (tripla A), era andata a ruba tra gli investitori, grandi e piccoli, grazie ai suoi interessi superiori ad un normale titolo del Tesoro (6,4%). E a credere che il ‘Bowie Bond’ avrebbe aperto la strada ad un nuovissimo e lucrativo mercato erano anche le banche d'investimento quali Nomura. Che presero a corteggiare rockstar e complessi musicali, nella speranza di convincerli. Si fanno i nomi di Luciano Pavarotti, Madonna, Michael Jackson. Ma le star che rispondono all'appello sono poche: Rod Stewart, gli Iron Maiden, Crosby Stills & Nash».

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.