La vendetta di Montezuma colpisce i Jamiroquai

La vendetta di Montezuma colpisce i Jamiroquai
Forse gli appassionati di calcio si ricordano della "vendetta di Montezuma", la cattivissima forma di colite che colpisce il turista europeo in Messico e fece illustri vittime durante i mondiali del 1986 (tra queste, il povero Nando Martellini che dovette alzare bandiera bianca). Ebbene, anche Jay Kay ne ha subito gli effetti. Durante il tour dei Jamiroquai, il cantante è stato messo K.O. dal maligno virus; è riuscito a non annullare il concerto, ma provato com'era ha dovuto saltare tutti gli impegni promozionali: passaggi tv e conferenza stampa. Non che il resto del gruppo se la sia passata meglio: per superare le difficoltà respiratorie dovute all'altitudine di Città del Messico, i musicisti hanno suonato con delle bombolette di ossigeno sul palco, a loro disposizione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.