George Martin contro gli Oasis e la droga

“Prendere droga per molti giovani è come prendere una tazza di tè”.

Sir George Martin, produttore dei Beatles, ha cominciato attaccando questa frase di Noel Gallagher il suo nuovo lavoro da testimonial antidroga del governo britannico, intenzionato a utilizzarlo come opinionista di contatto tra forze di polizia e mondo della musica. In un primo convegno istituito a questo scopo, Martin si è immediatamente scagliato contro le incaute affermazioni del leader degli Oasis, invitando al boicottaggio contro i cantanti che fanno uso di droga e contro i produttori indulgenti nei confronti degli eccessi delle loro preziose star. La cosa ha rischiato di ritorcerglisi contro, quando gli hanno fatto notare che anche i Beatles facevano largo uso di certe sostanze. “Sì, ricordo quando vedevo John Lennon prendere strane pastiglie. Ma lui mi garantiva che erano contro il raffreddore”, ha affermato Martin.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.