Terrorvision: «Le persone dovrebbero morire giovani»

In fondo , lo dicevano anche gli Who in "My generation", che morire prima di diventare vecchi sarebbe molto meglio - uno di loro, Keith Moon, ha anche messo in pratica l'incitamento, ma quando è morto dimostrava cent'anni. Leigh Marklew dei Terrorvision, più di 30 anni dopo, ha rilanciato il proclama, ma in forma diversa, e un po' meno romantica. «Obiettivamente il mondo è popolato da troppi vecchi. Guardate noi, abbiamo trent'anni. Ma il modo in cui viviamo non dovrebbe consentirci di rimanere vivi a lungo. Il che è un bene per il sistema previdenziale. Non è pensabile assistere la gente che sopravvive più di ottanta e novant"anni. Quindi, se ci mettiamo d'impegno tutti con droga e alcool, penso che non ci arriveremo».

E il gruppo sta facendo l'impossibile, specialmente con l'alcool. Dice Ian Shuttleworth, batterista: «La nostra bevanda preferita è la tequila. Certo, ci causa qualche problema; Tony Wright, il nostro cantante, si è rotto entrambe le caviglie una sera che era ubriaco ed è saltato giù da un muro. Io invece ho inseguito Ian Gillan dei Deep Purple in un bagno del Marquee Hotel di Los Angeles. Volevo dirgli che aveva rovinato un disco dei Black Sabbath. Siamo stati buttati fuori dall'albergo».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.