Paolo Belli è un sultano dello swing

Paolo Belli è un sultano dello swing
Si intitola "A me mi piace... lo swing" il disco che segna il ritorno di Paolo Belli: 18 brani registrati con una big band di 18 elementi. Nove canzoni sono inedite, altre nove registrate in concerto ripercorrono tutta la sua carriera. «Ho aggiunto i pezzi dal vivo per due motivi: prima di tutto, perché un disco costa, e mi sembra il minimo dare qualcosa in più. E poi perché, non ho problemi ad ammetterlo, i concerti mi hanno salvato in questi ultimi anni in cui la gente rischiava di dimenticarsi di me. Invece grazie ai concerti ho scoperto che c'è molta gente che ascolterebbe volentieri jazz, swing e tutta la musica che piace a me. Che del resto in America sta facendo furore con Brian Setzer e i Cherry Poppin' Daddies, dei quali ho fatto una "cover" in "A me mi piace"», spiega il cantante, fiero in particolar modo degli arrangiamenti. «Potrei anche morire tra un minuto, sapendo di aver fatto un disco straordinario», sorride Belli; «In Italia nessuno aveva mai tentato una cosa del genere». Subito però precisa: «Non mi sono montato la testa, lo dico anche per rendere omaggio ai ragazzi straordinari che hanno suonato con me. Quello di montarmi la testa è un pericolo che ho già corso nella mia vita, e non ci casco più», afferma, rivelando che finalmente ha fatto pace coi vecchi amici dei Ladri di Biciclette. «Grazie a loro ho avuto tanto, ma in qualche modo stando con loro avevo cominciato a fare la star. Ora mi è passata, anche se tornando indietro, farei la stessa scelta di libertà musicale che ho fatto anni fa».
Da segnalare che il singolo "Angelo Angelino" porta la firma di Stefano Disegni («E' un armonicista della Madonna, anche se è più noto per la ditta "Disegni & Caviglia) e che Belli, che collabora attivamente con l'associazione Rock No War (www.rocknowar.it), ha in programma, oltre che un lungo tour italiano, una trasferta con concerto a Tirana dal 14 al 16 giugno, con i Nomadi e Jovanotti. «Porteremo generi di varia natura, e atterreremo all'aeroporto della capitale albanese con un aereo dell'ONU. Il tutto è possibile grazie al sindaco di Tirana, che è un grande fan dei Nomadi...».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.