Biografia

Gli Zen Circus nascono a Pisa nel 1994: la prima formazione vede in line up Appino (voce, chitarra) e Teschio (batteria), che sotto la sigla The Zen licenziano nel 1998 l'album autoprodotto “About thieves, farmers, tramps and policemen". Subito dopo ai due si aggiungerà Ufo, al basso: dopo una serie di date in Italia, il trio - ormai rinominato Zen Circus - dà alle stampe, nel 2001, VISITED BY THE GHOST OF BLIND WILLIE LEMON JUICE NAMINGTON IV. Segue un tour ancora più lungo, che li porterà, nel giro di un paio d'anni, a totalizzare oltre un centinaio di date: nel 2003 Teschio esce dal gruppo e viene sostituito da Karim QQR, già fan degli Zen Circus. L'anno successivo la band registra, sotto la supervisione di Max Sartor, doctor seduction, album che segna un parziale distacco dalle sonorità punk-folk che li aveva caratterizzati fino ad allora: il disco riscuote un buon successo di critica e pubblico, contribuendo a segnalarli ad un audience - sebbene di nicchia - sempre più vasto. Solo dodici mesi dopo, i tre tornano sugli scaffali dei negozi con l'album LIFE AND OPINIONS OF NELLO SCARPELLNI, GENTLEMAN - VITA E OPINIONI DI NELLO SCARPELLINI, GENTILUOMO - VIE ET OPINION DE NELLO SCARPELLINI, GENTILHOMME, dato alle stampe dalla neonata etichetta I Dischi dell'amico Immaginario. Durante il tour che - immancabilmente - segue alla pubblicazione del CD, rinsalda l'amicizia tra il gruppo ed il bassista dei Violent Femmes Brian Ritchie, che chiederà ad Appino e soci di accompagnare la sua band per le date italiane della storica indie band americana, nel 2007. Il sodalizio non terminerà qui: Ritchie entrerà a fare effettivamente parte degli Zen Circus - sia come musicista sia come produttore - per la realizzazione di VILLA INFERNO, quarta prova in studio del trio che vede anche la partecipazione, in veste di ospiti, di Kim e Kelley Deal (Pixies, Breeders), Jerry Harrison (Modern Lovers, Talking Heads) e Giorgio Canali (CSI, Rossofuoco). Il disco è pubblicato in Italia dalla bolognese Unhip, e nel resto del mondo, da vari distributori locali. Nel 2009 arriva invece ANDATE TUTTI AFFANCULO. Nel 2012 pubblicano l’ep METAL ARCADE VOL. 1, il primo capitolo di quattro Ep. Nel 2014 gli Zen escono con un nuovo album d’inediti, questa volta per La Tempesta Dischi. CANZONI CONTRO NATURA, lavoro che restituisce una band in piena maturazione, percorso che troverà compimento due anni dopo con LA TERZA GUERRA MONDIALE, il disco al quale gli Zen hanno dedicato più tempo in studio, lavorando su ogni piccolo dettaglio, dalle melodie ai testi, dagli arrangiamenti ai suoni. Partendo da quaranta provini la band toscana ha scremato il materiale fino ad arrivare a dieci pezzi, potenzialmente dieci singoli. “La Terza Guerra Mondiale” è per questo il disco più “power pop” di The Zen Circus, arrangiato solamente con chitarra, basso, batteria e voci: per la prima volta in un disco Zen non ci sono tastiere aggiunte, synth, archi o fiati; una scelta volta a poter portare dal vivo il disco nella sua forma originale. Nel 2018 esce IL FUOCO IN UNA STANZA e alla fine dell'anno la band viene selezionata per l'edizione 2019 delle Festival di Sanremo: l brano che Appino e soci presenteranno sul palco dell'Ariston si intitola "L'amore è una dittatura".
(07 gen 2019)