Biografia

Stan Ridgway è un musicista estremamente originale che si è fatto conoscere con i Wall of Vooodoo, ma che si impone all’attenzione generale soprattutto grazie alla sua carriera da solista.
Nato con il nome di Stanard Q. Ridgway, nella città di Barstow in California, il 5 aprile 1954, cresce a Los Angeles dove, fin da bambino, mostra una grande passione per la musica folk, convincendo i genitori a regalargli un banjo all’età di 14 anni.
Ridgway forma i Wall of Voodoo con il chitarrista Marc Moreland, il bassista Bruce Moreland, il tastierista Chas T. Gray e il batterista Joe Nanini, durante l’esplosione del punk nel 1977. La band, impegnata in collaborazioni con Ennio Morricone, Left Frizzell e lo scrittore di gialli Jim Thompson, realizza due album: DARK CONTINENT nel 1981 e CALL OF THE WEST nel 1982. Nel 1983, dopo una disastrosa performance in occasione dell’U.S. Festival, il gruppo si scioglie e Ridgway, nello stesso anno, lavora alla realizzazione della colonna sonora del film “Rumble Fish” (“Rusty il selvaggio”) con Stewart Copeland dei Police. Ma è solo nel 1986 che il musicista americano pubblica il suo primo album da solista, THE BIG HEAT, la cui traccia conclusiva, “Camouflage”, di ben 7 minuti, entra a sorpresa nella Top Five britannica. Dopo tre anni esce il nuovo MOSQUITOS e nel 1991 è la volta di PARTYBALL, un disco che, con i suoi cinque brevi pezzi strumentali, conferma la passione dell’artista californiano per la musica da film. Nel 1996 viene pubblicato il suo quarto album intitolato BLACK DIAMOND, nel quale si uniscono sonorità tipiche delle colonne sonore delle pellicole anni ’50 e ’60 di Henry Mancini e reminescenze jazz. Segue, due anni più tardi, THE WAY I FEEL TODAY, una raccolta di 19 pezzi standard pop, mentre nel 1999 è la volta di ANATOMY, nei cui brani si mescolano tematiche relative alla giustizia e all’onore. I suoi ultimi due lavori discografici POOLSIDE WITH GILLY: THE PARTYBALL TOUR 1991 e HOLIDAY IN DIRT: NEW TRACKS AND RARITIES (2002) sono autoprodotti, così come il successivo SNAKEBITE (2004) e i diversi live pubblicati nel periodo seguente. Nel 2008 pubblica un disco di canzoni per bambini, inciso assieme alla moglie Petra Wextun, mentre per un nuovo album vero e proprio bisogna aspettare il 2010, quando esce NEON MIRAGE, pubblicato ad agosto. (31 ott 2010)