Biografia

La band si forma nel 1986 a Boston su iniziativa di Black Francis (vero nome: Charles Thompson), chitarrista e cantante di origine californiana, e del chitarrista Joey Santiago. La bassista Kim Deal si unisce ai due rispondendo a un’inserzione su una rivista musicale, introducendo nella formazione il batterista David Lovering. Dopo un buon numero di concerti nell’area di Boston, il gruppo registra un demo su cassetta che attira l’attenzione di Ivo Watts, boss della indie inglese 4AD. Otto delle canzoni sul demo finiscono nell’Ep COME ON PILGRIM, pubblicato nel 1987 e preludio al primo album completo, SURFER ROSA, prodotto da Steve Albini e uscito l’anno dopo.
La combinazione fra sonorità aggressive, melodie accattivanti e una vena poetica surreale viene molto apprezzata sia dalla stampa specializzata sia dal pubblico e l’interesse verso al band aumenta con DOOLITTLE (1988): l’album entra nella top 10 inglese e fa capolino anche nelle classifiche americane, grazie anche ai due singoli “Monkey gone to heaven” e “Here comes your man”. I Pixies diventano uno dei gruppi più importanti dell’alternative rock, soprattutto in Europa, e i concerti del periodo ne consolidano la popolarità. Dopo un periodo di sosta Kim Deal forma le Breeders, con le quali incide POD nel 1990. I Pixies si rifanno vivi con BOSSANOVA (1990), che suscita qualche perplessità nella critica, ma vende meglio del lavoro precedente e contiene altri due singoli fortunati come “Velouria” e “Dig for fire”.
I rapporti fra Black Francis e Kim Deal, le cui canzoni trovano pochissimo spazio negli album, cominciano a farsi piuttosto tesi. La storia della band chiude la sua prima fase con TROMPE LE MONDE (1991) e con il tour successivo, durante il quale i Pixies aprono anche per gli U2. Portati a termine gli impegni, si fermano per una pausa che si trasforma in uno scioglimento di fatto: Black Francis annuncia la fine della band durante una trasmissione radiofonica, all’insaputa degli altri componenti. Negli anni successivi, escono altri album dei Pixies, composti da registrazioni dal vivo (DEATH TO THE PIXIES), session radiofoniche (PIXIES AT THE BBC), materiale pubblicato in precedenza su singolo (COMPLETE ‘B’ SIDES), più un box set con tutti gli album incisi in studio (MINOTAUR).
Frank Black porta avanti la sua carriera con alterni risultati. Nel 2004, quasi a sorpresa, la band si riforma e va in tour negli anni successivi. Pubblica diversi dischi live (venduti esclusivamente attraverso Internet), ma sul mercato ufficiale arrivano solo un “best of” e tre Dvd, sempre dal vivo, di cui uno acustico registrato nel 2005 al Festival di Newport, pubblicato nell’autunno 2006; affiora un solo nuovo inedito, venduto su iTunes nel 2004. Frank Black continua in parallelo la sua carriera solista (reincidendo nel 2005 anche alcuni brani della band e pubblicando dei demo acustici di fine anni ’80).
Nel 2006 la band annuncia l’intenzione di tornare in studio, ma la smentisce poco dopo: i Pixies continuano a suonare dal vivo ma non faranno dischi nuovi, dichiara Frank Black. Presto smentirà se stesso. Nel 2013 viene data notizia che Kim Deal lascia i Pixies dopo 27 anni di militanza. Poco dopo, la band pubblica “Bagboy”, la prima canzone inedita in molti anni, a cui fa seguito il nuovo EP-1. Nel 2013 Kim Shattuck, la nuova bassista, viene licenziata in tronco, lasciando spazio a Paz Lenchatin, musicista argentina naturalizzata statunitense già con Zwan e A Perfect Circle. Nel 2014 il gruppo fa uscire EP-2 ed EP-3, proseguimenti del lavoro precedente, per poi annunciare l’uscita, in corrispondenza del Record Store Day di aprile, del nuovo album INDIE CINDY che altro non è che una raccolta delle canzoni pubblicate nei tre EP. Nel settembre 2016 arriva HEAD CARRIER, secondo disco di inediti del nuovo corso, con la Lenchatin ormai stabilmente in formazione. (16 nov 2017)