Biografia

Peter Hammill nasce a Londra nel 1948.
Ottiene l'attenzione della scena rock internazionale negli anni Settanta come leader dei Van Der Graaf Generator, dei quali è cantante, chitarrista e pianista, e autore principale. La carriera del gruppo è costellata di scioglimenti e ricostituzioni, e Hammill intraprende parallelamente l'attività da solista, cominciata nel 1971 con FOOL'S MATE, e proseguita regolarmente negli anni Ottanta e Novanta, dopo lo scioglimento definitivo dei Van Der Graaf.
Nel 1975 esce NADIR’S BIG CHANCE, pubblicato dopo IN CAMERA, dell’anno precedente; nel 1977 è la volta di OVER, seguito da THE FUTURE NOW (1978), Ph7 (1979) e da A BLACK BOX (1980). Successivamente Hammill è seguito dal "K group", che oltre a lui comprende John Ellis alla chitarra principale, Nic Potter al basso e Guy Evans alla batteria e percussioni. Con questa formazione vengono realizzati due album: ENTER K (1982), PATIENCE (1983).
Dopo il live THE MARGIN (1985), esce – in collaborazione con Nic Potter al basso e Stuart Gordon al violino – ROOM TEMPERATURE (1990). Cambiano i musicisti, ma Hammill continua a pubblicare altri lavori, tra cui FIRESHIPS (1992), THE NOISE e NONE OF THE ABOVE (2000).
Sopravvissuto a un infarto nel 2003 – accadutogli solo due giorni dopo la fine della registrazione di INCOHERENCE per cui riceve l’anno successivo anche il premio Tenco – nel 2005 Hammill annuncia la reunion dei Van der Graaf Generator, che già nel 2004 escono con il nuovo album PRESENT.
Nel 2006 realizza un nuovo disco solista, SINGULARITY, a cui segue un altro lavoro dei Van der Graaf Generator, senza David Jackson: TRISECTOR del marzo 2008. (13 apr 2009)