Biografia

Michele Di Toro, originario di Sant’Eusanio del Sangro è nato nel 1974. Sin da bimbo ha mostrato una grande predisposizione verso la musica in generale e, in particolare, per il pianoforte. Da allora ha cominciato a studiare musica diplomandosi al Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara. Si è perfezionato presso l’Ecole Normale de Musique “A. Cortot” di Parigi, ottenendo il diploma di esecuzione. Prosegue gli studi richiesti dal pianismo “classico” ma viene presto influenzato dai linguaggi musicali afroamericani che lo portano a frequentare i Civici Corsi di Jazz a Milano. La sua avventura jazzistica passa per il Ragtime e per le pagine dei grandi pianisti dello “stride” ed è ispirata soprattutto dalla sensibilità musicale e dall’improvvisazione di Jarrett. Nel corso della sua carriera partecipa a numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Tra i premi e riconoscimenti avuti, il premio per pianisti jazz “F. Gulda”. La sua intensa attività concertistica lo vede spaziare tra i generi più vari: musica classica, latina, folkloristica, pop, ma trova la sua maggiore ispirazione nella musica afroamericana. Predilige, in particolare, i contesti del trio e del piano solo. Ha partecipato a manifestazioni come “Iseo Jazz” nel 2002, ai “Concerti del Tempietto” (Teatro di Marcello, Roma), è ospite regolare della “Settimana Mozartiana” che ogni anno si svolge a Chieti; inoltre ha fatto parte della Civica Jazz Band diretta da Enrico Intra. Il primo lavoro discografico a proprio nome dal titolo “Playing With Music” vede la partecipazione del chitarrista Franco Cerri. (02 ago 2019)