Biografia

Marvin Pentz Gay Jr. nasce il 2 aprile del 1939 nella capitale degli Stati Uniti Washington DC: in seguito aggiunge, emulando Sam Cooke, una “e” al soprannome da adulto. Inizia la sua carriera canora nel coro della chiesa all’età di tre anni: dopo il diploma – e dopo il servizio militare prestato in aviazione – comincia a cantare in un gruppo doo wop nella sua città natale. Il successo lo raggiunge grazie all’impegno dei discografici della Motown, che – da session man – lo convincono a intraprendere la carriera solista: il suo primo album a raggiungere le classifiche fu TOGHETER, realizzato nel 1964 in coppia con Mary Wells. Da allora Gaye registra una serie di successi che lo fanno diventare il personaggio più in vista nella scena black dell’epoca: il suo album più celebre, WHAT’S GOING ON ? datato 1971, lo fa diventare una vera e propria leggenda. L’approccio sensuale alla musica raggiunse l’apice nel 1973 con la pubblicazione del disco LET’S GET IN ON, uno dei più grandi successi della sua carriera. Parallelamente alla vita da musicista di successo, Gaye patisce le sofferenze di una situazione personale e familiare notevolmente disagiata: la vita sentimentale – fatta di divorzi e burrascose separazioni – e la condotta (che lo costringe ad un auto esilio europeo, nel 1981, anche per noie con il fisco) incidono non poco sulla sua attività artistica. Nonostante tutto, nel 1981 riesce a licenziare, per la Columbia, uno dei suoi album più celebri: MIDNIGHT LOVE, contenente il singolo “Sexual healing”. Questo brano lo fa ritornare in classifica, anche se i suoi demoni non lo abbandonano: tornato negli States, Gaye ricade in una spirale fatta di droga e depressione. La sua morte, avvenuta per mano del padre dopo una violenta discussione, arriva un giorno prima del suo quarantacinquesimo compleanno, il primo aprile 1984.
(31 mar 2008)