Biografia

Il materiale contenuto in questa biografia è tratto da un comunicato stampa inviato dai diretti interessati. Rockol lo pubblica senza assumere responsabilità sui contenuti, che non sono stati sottoposti a verifica redazionale.

Chitarrista argentino originario di Junin (nei pressi di Buenos Aires), dopo aver lavorato professionalmente per diversi anni nel proprio Paese, Juan Carlos "Flaco" Biondini si trasferisce in Italia nel 1974. Dal 1976 lavora con Francesco Guccini, con il quale realizza innumerevoli esecuzioni dal vivo ed incisioni discografiche. Sono infatti molteplici gli album nei quali Flaco è presente come chitarrista solista: Amerigo (1976), la colonna sonora del film Nenè di Salvatore Samperi (1977), Album Concerto con i Nomadi, Metropolis (1981), Guccini (1983), Tra la via Emilia e il West (1985), Signora Bovary (1987), Quasi come Dumas (1989), Quello che non (1991), Parnassius Guccinii (1993), Di amore, di morte e di altre sciocchezze (1996). Diverse sono anche le composizioni realizzate insieme a Guccini: Cencio, Le ragazze della notte, Luna fortuna, Il caduto e Scirocco, Premio Tenco come migliore canzone italiana del 1987. Ha collaborato anche con altri artisti italiani tra i quali Paolo Conte, Pierangelo Bertoli, Bruno Lauzi, Vinicio Caposela, Franco Simone, Sergio Endrigo, Roberto Vecchioni, Claudio Lolli, Ligabue, Eugenio Finardi e stranieri come il cantautore spagnolo Manolo Galván, José Angel Trelles, già vocalista di Astor Piazzolla e il bandoneonista Carlos Buono.
Flaco Biondini presenta un programma basato sulla tradizione musicale dell'America Latina, affiancando i generi popolari dell'area rioplatense (tango e milonga), la musica caraibica e canzoni della Nueva Trova Cubana, il tutto riletto attraverso l'improvvisazione e i moduli ritmici tipici del jazz e del latin rock. Il quartetto è completato da Enzo Frassi (basso), Paolo Mozzoni (batteria) e Oscar Delbarba (tastiere) (01 ott 2002)