Biografia

Ivan Segreto nasce a Sciacca nel 1975. Figlio del profondo sud siciliano, cresce circondato da una famiglia numerosa: trascorre le sue estati in un casale vicino al mare con i nonni, i loro otto figli e uno stuolo di nipoti. Figura fondamentale è quella dello zio Nino, che catalizza l’attenzione di tutti suonando la chitarra ogni sera: ha girato il mondo come artista di strada e ha scritto una canzone, “Porta Vagnu”, dal nome di una delle cinque porte d’accesso al paese di Sciacca. Ivan la rielabora e la trasforma: il testo resta in dialetto siciliano, ma il respiro musicale è universale.
Ivan studia pianoforte, contrabbasso, tromba. Suona gratis in molti locali in Sicilia, poi finalmente si trasferisce a Milano, dove si iscrive alla Scuola Civica di Jazz. È autore di testi e musiche di tutti i brani del suo album di debutto, PORTA VAGNU. Segreto, che ama Miles Davis e Radiohead, Herbie Hancock e Pino Daniele, Vinicio Capossela e Sting, Lucio Dalla e Jobim, torna nel settembre 2005 con FIDATE CORRENTI, e nel 2006 partecipa nella sezione giovani del Festival di Sanremo con “Con un gesto”. Nel giugno del 2007 viene pubblicato il terzo disco AMPIA che contiene le partecipazioni di Franco Battiato, Paolo Fresu e Giovanni Sollima.
A quattro anni di distanza esce invece CHIARO, primo lavoro che Segreto realizza in autonomia, lavorando con l’etichetta tedesca/americana Obliqsound. Finisce per fondare una propria casa discografica, la Bradilogo, attraverso cui pubblica nel maggio 2014 l’album INTEGRA, nove brani autografi che guardano a un ampio spettro di influenze, Radiohead, Sigur Rós, Amon Tobin, Arvo Part, James Blake, Ikeda. L’attività dell’etichetta prosegue in giugno con l’uscita di ENTRONAUTA della band folk-rock I Viaggi di Jules. (16 mag 2014)