Biografia

Nato a Catania nel 1947, comincia suonando jazz, blues e rhythm&blues nei locali della sua città. Contribuisce al successo della sorella Marcella scrivendo per lei brani di successo come “Montagne verdi”, “Io domani”, “Nessuno mai”, tutti firmati con Giancarlo Bigazzi. Debutta come cantante nel 1974 con il singolo “Più ci penso”, che ottiene ottimi risultati di vendita, replicati due anni più tardi da “Non si può morire dentro” (che vince il Festivalbar del 1976). Meno brillanti gli esiti dei singoli successivi (“Io canto e tu”, 1977; “No”, 1978; “Toc toc”, 1979; “Dolce uragano”, 1980). Nel 1981 partecipa al Festival di Sanremo con “Questo amore non si tocca”, che è anche una delle ultime collaborazioni autorali con Bigazzi.
Inizia quindi una collaborazione con Mogol, segnata dall’album “G.B.1” (1983) e dal singolo “Nuova gente”. Nello stesso anno Bella e Mogol scrivono anche “Nell’aria” per Marcella. Con la sorella, Gianni duetterà nel 1985 (“L’ultima poesia”), nel 1990 (“Verso l’ignoto”, presentata al Festival di Sanremo) e nel 2007 (“Forever per sempre”, pure partecipante a Sanremo). Mentre la sua attività di interprete rallenta (partecipa al Festival di Sanremo del 1991 con “La fila degli oleandri” e del 2001 con “Il profumo del mare”) Bella continua a scrivere canzoni con Mogol, negli ultimi anni contribuendo a parecchi album di Adriano Celentano.
(01 feb 2007)