Biografia

Nato a Missoula, nel Montana, il 20 gennaio del 1946, il regista cinematografico e televisivo David Lynch riserva grande attenzione all'aspetto musicale delle sue opere a partire dal lungo sodalizio con il compositore Angelo Badalamenti, che per lui firma la celeberrima colonna sonora del telefilm "Twin Peaks" e le soundtrack di lungometraggi come "Blue velvet" ("Velluto blu"), "Wild at heart" ("Cuore selvaggio"), "Twin Peaks: Fire Walk with me" ("Twin Peaks: Fuoco cammina con me"), "Lost highway" ("Strade perdute") e "Mulholland drive". Dopo avere lavorato come autore di testi e produttore a "Floating into the night" (1989) e "The voice of love" (1993), primi due album della cantante Julee Cruise lanciata proprio dalla sua interpretazione del tema conduttore di "Twin Peaks" ("Falling"), nel 2001 il poliedrico artista pubblica a fianco del chitarrista e tecnico del suono John Neff un album, BLUEBOB, in cui lui stesso si cimenta con stile poco ortodosso alla chitarra. Al 2006, con la colonna sonora di "Inland Empire", risale il suo esordio come cantante; due anni dopo prende vita la sua etichetta discografca David Lynch MC, mentre il 4 aprile del 2009 organizza alla Radio City Music Hall di New York un concerto destinato a raccogliere fondi per la fondazione che porta il suo nome e che promuove la diffusione delle pratiche di meditazione trascendentale, coinvolgendo nell'operazione Paul McCartney, Ringo Starr, Donovan, Sheryl Crow, Eddie Vedder, Moby, Bettye LaVette, Ben Harper e Mike Love dei Beach Boys. Nel 2010 prende parte come cantante al progetto "Dark night of the soul" di Danger Mouse e Sparklehorse e pubblica a suo nome due singoli electro-pop inclusi l'anno seguente nell'album solista CRAZY CLOWN TIME, realizzato in coppia con il chitarrista e tecnico del suono Dean Hurley (a un brano partecipa anche Karen O degli Yeah Yeah Yeahs). Dopo una collaborazione con Chrysta Bell (THIS TRAIN), nel 2013 firma la regia del videoclip di "Came back haunted" per i Nine Inch Nails e dà alle stampe un nuovo disco con Hurley, THE BIG DREAM, progetto di "modern blues" elettronico in cui, oltre a una cover di "The ballad of Hollis Brown" di Bob Dylan, spicca un cameo della cantautrice svedese Lykke Li. (15 lug 2013)