Biografia

I Cradle of Filth si formano nel Suffolk, in Inghilterra nel 1991.
Nei primi tre anni, il gruppo registra tre demo, pur dovendo far fronte a dei continui cambi di formazione, visto che - durante la propria storia - vantano un numero tra i dodici e i venti musicisti.
Il loro album di debutto – anche se in realtà ne hanno realizzato un altro in precedenza, GOETIA, non completato – è THE PRINCIPLE OF EVIL MADE FLESH del 1994.
Dopo una serie di controversie con la casa discografica, la band firma con la Music for Nations nel 1996; esce così l’EP VEMPIRE OR DARK FAERYTALES IN PHALLUSTEIN, che vede anche la nuova entrata di Sarah Jezebel Deva – prima voce femminile - al posto di Andrea Meyer.
DUSK…AND HER EMBRACE esce nello stesso anno; questo lavoro riscuote consensi molto positivi e permette al gruppo di farsi conoscere anche in Europa e nel resto del mondo, suscitando – dall’altro lato – anche una serie di critiche per le magliette vendute durante i loro concerti. In particolar modo sotto accusa è una maglietta con l’immagine di una monaca che si masturba di fronte allo slogan “Gesù è una puttana”, che viene giudicata dal Vaticano “malata e offensiva”.
Nel 1998, il gruppo realizza il suo terzo album CRUELTY AND THE BEAST, un concept basato sulla leggenda della contessa sanguinaria Elizabeth Bathory, lavoro che segna anche il loro arrivo sul mercato statunitense. L’anno seguente la band continua il tour, ma nello stesso tempo realizza il suo primo video musicale, “PanDaemonAeon” e un EP, FROM THE CRANDLE TO ENSLAVE. Segue MIDIAN, quarto lavoro discografico del gruppo, basato sulla novella di Clive Barkel intitolata “Cabal”. Vengono poi pubblicati BITTER SUITES TO SUCCUBI (2001); un “best of”, LOVECRAFT AND WITCH HEARTS (2002), e il disco dal vivo LIVE BAIT FOR THE DEAD (2002).
Nel 2003 la band firma con la Sony: il frutto della collaborazione è DAMNATION AND A DAY, registrato con la Budapest Film Orchestra. Segue nel 2004 NYMPHETAMINE: è il primo lavoro dai tempi di THE PRINCIPLE OF EVIL MADE FLESH che non si basa su un filo conduttore tematico. Nel 2006 esce THORNOGRAPHY; nel novembre dello stesso anno il batterista Adrian Erlandsson lascia la band per dedicarsi a progetti solisti.
I Cradle annunciano all’inizio del 2008 di ricominciare a lavorare per il nuovo album, l’ottavo. (19 mag 2008)