Biografia

Cecilia Chailly è nata e vive a Milano. Cresciuta in una famiglia di musicisti classici, a sei anni è solista nel coro di voci bianche dell'Accademia Filarmonica Romana, a dieci comincia lo studio dell'arpa, a diciassette lo studio della composizione; a diciannove suona come prima arpa nell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Intraprende un'intensa attività concertistica, eseguendo il repertorio classico e brani a lei dedicati da compositori del gruppo Neoromantico; si specializza nella musica contemporanea e collabora, fra gli altri, con John Cage. Parallelamente si dedica a una ricerca che l'avvicina ad altri generi musicali, e diventa la pioniera dell'arpa elettrica. Collabora con Mina, Ludovico Einaudi, Fabrizio De Andrè, Andrea Bocelli, Teresa De Sio, Giorgio Conte, Lucio Dalla.
Sensibile alle filosofie orientali, inizia a comporre e a suonare una musica che raccoglie influenze world, sperimentazioni jazz, riflessi new age: nel 1997 pubblica l'album ANIMA. All’attività dal vivo come musicista affianca la stesura del suo primo romanzo, “Era dell’amore” (Bompiani), che nel 1998 vince i premi Pisa e Calabria Opera prima,e nel 1999 i premi Rapallo e Procida Elsa Morante Opera prima.
Suona al Premio Campiello 1998 e fa parte della giuria nel '99.
Una sua opera pittorica viene esibita al Museo Revoltella di Trieste nella mostra "Musica senza suono".
Nel 1999 suona a Milano per il Dalai Lama e partecipa al grande concerto in memoria di Fabrizio De André al Teatro Carlo Felice di Genova, cantando “Inverno”. Brani tratti dall'album STANZE diventano la colonna sonora del film Fuori dal Mondo” di Giuseppe Piccioni. Per la Scuola Civica di Jazz di Milano realizza il “Sound Project”, un corso didattico sperimentale di evoluzione interiore attraverso il suono, il canto e l' improvvisazione.
Nell’ottobre 2001 esce il suo nuovo album AMA, di cui è produttrice, autrice di musica, testi, arrangiamenti e orchestrazioni. Il disco segna il suo debutto nel Pop, fra canzoni e suoni elettronici sull'arpa elettrica, influenze lounge, blues, sinfoniche, techno. (12 nov 2001)