Biografia

Don Van Vliet - vero nome di Captain Beefheart – nasce il 15 gennaio 1941.
Viene notato giovanissimo da Augustinio Rodriguez, che lo invita a scolpire con lui in uno show televisivo settimanale, data la propensione artistica che il bambino dimostra. Durante gli studi superiori incontra Frank Zappa con cui comincia a collaborare scrivendo parodie di canzoni pop. Incomincia poi a lavorare con alcuni gruppi locali e all’inizio del 1965 forma la Magic Band assieme a Alex Snouffer (chitarra), Doug Moon (chitarra), Jerry Handley (basso) e Vic Mortenson (batteria). Il gruppo firma con la A&M Records pubblicando due singoli, una versione di "Diddy wah Diddy" di Bo Diddley e "Moonchild".
Dopo alcuni problemi con la casa discografica – cosa che li porta a cambiare etichetta – e problemi interni al gruppo a causa del cattivo carattere di Van Vliet, esce SAFE AS MILK nel settembre 1967. A novembre dello stesso anno inizia la lavorazione del secondo lavoro, inizialmente un doppio album, ma poi i piani cambiano e viene pubblicato – nell’ottobre 1968 – STRICTLY PERSONAL, lavoro che lo stesso Van Vliet dice di aver sognato dopo una dormita di 24 ore. Il disco successivo, TROUT MASK REPLICA, rappresenta un punto di rottura per la band, pur rappresentando un insuccesso commerciale, a questo segue LICK MY DECALS OFF, BABY (1970), altrettanto sperimentale, che vede l’aggiunta di Art Tripp III dei Mothers of Invention. I lavori successivi sono THE SPOTLIGHT KID e CLEAR SPOT, entrambi pubblicati nel 1972. Nel 1974, immediatamente dopo la pubblicazione di UNCONDITIONALLY GUARANTEED, la Magic Band decide che non è più possibile lavorare con Van Vliet, leader troppo duro e severo e formano un nuovo gruppo, i Mallard. Van Vliet forma velocemente una nuova Magic Band, che però non permette al musicista di raggiungere i fasti degli anni precedenti. Nel 1975 esce un nuovo disco con la collaborazione di Frank Zappa – ormai più un rivale che un amico – dal titolo BONGO FURY.
Nel 1978 viene riformata una nuova versione della Magic Band, con cui esce SHINY BEAST (BAT CHAIN PULLER), finalmente accolto con buone critiche come il successivo DOC AT THE RADAR STATION (1980).
L'ultimo lavoro è ICE CREAM FOR CROW (1982), acclamato dalla critica, ma non dal pubblico, cosa che fa decidere a Van Vliet di ritirarsi dal mondo della musica, per dedicarsi esclusivamente alla pittura. Vive gli ultimi anni della sua vita in California, soffrendodi sclerosi multipla. Scompare il 17 dicembre del 2010 per le complicazioni legate alla malattia. (23 set 2008)