Biografia

Paul Bruce Dickinson nasce vicino a Wokshop, in Inghilterra, il 7 agosto 1958. Cresciuto a Sheffield, si trasferisce a Londra dove entra a far parte dei Samson. Nel 1982 lascia il gruppo per sostituire Paul Di’Anno come cantante degli Iron Maiden. Nonostante i timori dei fan, Dickinson si rivela il cantante in grado di far fare il salto di qualità alla band: subito NUMBER OF THE BEAST va al numero uno nella classifica britannica e diventa un classico del genere metal. Successivamente escono PIECE OF MIND (1983), POWERSLAVE (1984), LIVE AFTER DEATH (1985), SOMEWHERE IN TIME (1986) e SEVENTH SON OF A SEVENTH SON (1988). Nonostante il grosso successo, incominciano per Dickinson i primi dissapori con il gruppo, confermati dalla pubblicazione dell’album solista TATTOOED MILLIONAIRE. Il cantante però ritorna dopo poco, pubblicando NO PRAYER FOR THE DYING (1990) e FEAR OF THE DARK (1992). Dickinson lascia nel 1993, sostituito da Blaze Bayley, per realizzare una serie di lavori, tra cui ricordiamo BALLS TO PICASSO (1994), ALIVE IN STUDIO A (1995), ACCIDENT OF BIRTH (1997), THE CHEMICAL WEDDING (1998) e SCREAM FOR ME BRAZIL (1999). La carriera solista di Dickinson però non si rivela molto fortunata: riunitosi con gli Iron Maiden nel 1999 esce l’album BRAVE NEW WORLD, anche se il cantante si dedica anche a un progetto parallelo chiamato Trinity, assieme a Geoff Tate e Rob Halford.
Scrittore di romanzi umoristici, nonché possessore del brevetto di pilota d’aereo, nel 2005 pubblica un nuovo lavoro solista intitolato TYRANNY OF SOULS. Con il gruppo escono invece nel frattempo DANCE OF DEATH (2003), A MATTER OF LIFE AND DEATH (2006) e la raccolta SOMEWHERE BACK IN TIME (2008).
Nel 2015, Dickinson ha dovuto sottoporsi a sette settimane di chemioterapia per un cancro alla lingua: fortunatamente la malattia è stata diagnosticata in uno stadio iniziale e l'artista si è perfettamente ripreso, debellandola grazie alle terapie. (30 ott 2017)