Biografia

Nasce il 3 giugno 1955 a Domodossola, oggi in provincia di Verbania (all'epoca era in provincia di Novara). Da ragazzo alterna agli studi liceali la passione per la musica (batterista di ispirazione rock, ha poi iniziato a suonare il pianoforte). Si trasferisce a Roma diciannovenne e firma un contratto con l’etichetta IT di Vincenzo Micocci, che non frutta esiti discografici; i cattivi rapporti fra Fortis e Micocci sono espressi nel testo di “Milano e Vincenzo”, una delle canzoni del suo album di debutto, ALBERTO FORTIS, uscito con buoni risultati di vendita nel 1979 su etichetta Polygram, e realizzato con la produzione di Claudio Fabi e la collaborazione dei musicisti della PFM. Nel disco sono contenuti alcuni dei brani ancora oggi più noti di Fortis: “La sedia di lillà”, la polemica “A voi romani”, “Il Duomo di notte”. Il secondo album, TRA DEMONIO E SANTITA’, è datato 1980, e non replica il successo del precedente; il terzo LP, LA GRANDE GROTTA (1981), nasce negli Stati Uniti dalla collaborazione con musicisti dell’area fusion (fra i brani “La nena del Salvador”. “Settembre” e “Marylin”). Il quarto album, FRAGOLE INFINITE, è registrato ad Abbey Road ed esce nel 1982: contiene “Neve”, cantato con Rossana Casale. EL NINO (1984), realizzato in collaborazione con Claudio Dentes, vede le partecipazioni di Lucio Fabbri e Demo Morselli e contiene fra l’altro “La sedia elettrica”. Nel 1985 Fortis pubblica WEST OF BROADWAY, ultimo disco ad uscire per la Polygram; due anni dopo è la volta di ASSOLUTAMENTE TUO, su etichetta Cbs, prodotto da Carlos Alomar, chitarrista di David Bowie. Dopo aver trascorso qualche anno negli Stati Uniti, Fortis torna in Italia e pubblica CARTA DEL CIELO (1990) e la raccolta di successi dal vivo L’UOVO (1991). Nel 1992, nell’ambito delle celebrazioni per i cinquecento anni dalla scoperta dell’America, Fortis apre un concerto genovese di Bob Dylan. Tornato negli USA, registra DENTRO IL GIARDINO (1994), sorta di ideale continuazione di TRA DEMONIO E SANTITA’, che contiene un brano dedicato ai nativi americani, “Io preferisco l’Ovest”. Devono trascorrere ben sette anni (durante i quali Fortis scrive fra l’altro la colonna sonora del film “Cool crime”, storia di un italiano emigrato a Los Angeles, diretto da Jerome Cohen-Olivar) prima del ritorno discografico, che avviene nel 2001 con ANGELDOM, un quasi-concept album dalle tematiche mistiche. Nel 2003 esce il greatest hits UNIVERSO FORTIS, contenente quattro inediti (“La splendida metà”, “Saprai”, “Sexy Love” e “Lettera a un sogno”). Il successivo album di inediti è datato 2005 e s’intitola FIORI SULLO SCHERMO FUTURO Nel 2006, in concomitanza con la partecipazione al reality televisivo “Music Farm”, esce una raccolta con inediti intitolata IN VIAGGIO che contiene quattro cover (“Emozioni” di Lucio Battisti, “Con tutto l’amore che posso” di Claudio Baglioni, “Forever young” di Bob Dylan e “You got it” di Roy Orbison) e l’inedita “Dimmi”. Nel 2008 esce VAI PROTETTO, che raccoglie brani dal vivo, inediti, cover e successi riveduti e corretti. L'album viene seguiti distanza dalla raccolta dal vivo ANNAPOLIS e, nel 2014 da DO' L'ANIMA, che esce per la a 103 Edizioni con la produzione di Lucio Fabbri e con ospiti Biagio Antonacci e Roberto Vecchioni.
(21 feb 2018)