Moreno presenta ‘Stecca’: 'Nelle mie rime il percorso dal freestyle ad Amici’

“Moreno è la novità”, come recita una strofa di uno dei brani contenuto in “Stecca”, album di debutto del rapper genovese. Classe 1989, Moreno Donadoni è il primo artista a portare il rap nella celeberrima scuola di “Amici”, programma condotto da Maria De Filippi. E la novità piace così tanto che… Leggi tutto

AcquistaCommenta
Moreno Donadoni   follow
Moreno presenta ‘Stecca’: 'Nelle mie rime il percorso dal freestyle ad Amici’

Moreno presenta ‘Stecca’: 'Nelle mie rime il percorso dal freestyle ad Amici’

“Moreno è la novità”, come recita una strofa di uno dei brani contenuto in “Stecca”, album di debutto del rapper genovese. Classe 1989, Moreno Donadoni è il primo artista a portare il rap nella celeberrima scuola di “Amici”, programma condotto da Maria De Filippi. E la novità piace così tanto che il rapper viene eletto vincitore dell’edizione 2013 del noto talent show. Dopo numerose battaglie di freestyle e la partecipazione al programma “Spit” di MTV dove sfida a colpi di rime gli avversari, Moreno pubblica il suo primo album: “Stecca”, undici brani scritti con la supervisione di Fabri Fibra, e prodotti da THG e Shablo, tra i nomi di spicco del rap nostrano. “Sono uscito davvero da poco dalla scuola di Amici, ancora non ho realizzato molte cose. Sono tante le emozioni di questi giorni e sono molto contento. Adesso sto facendo il punto della situazione in merito al lavoro che ho da fare, sono pronto”, ci racconta il rapper durante l’intervista. “Ora che riesco a guardare il mio percorso ad ‘Amici’ come spettatore, posso dire che ho fatto ciò che sentivo. E’ stata una strada lunga e difficile da percorrere, sono fiero dei risultati che ho ottenuto. Non è stato facile seguire più cose allo stesso tempo: scrivere un disco all’interno della scuola, dove devi seguire le lezioni, è stato impegnativo”, dice l’artista.
“La mia scelta di partecipare ad Amici è stata coraggiosa, non c’era scritto da nessuna parte che potessi piacere a tutti, come alla fine si è verificato. Premio della critica e del televoto: felicità doppia”. “Stecca” è stato pubblicato durante la permanenza di Moreno nella scuola del talent: “Non è stato semplice scrivere un album mentre era ancora in corso il programma televisivo. L’unico momento di tranquillità che riuscivo a ricavarmi per scrivere era la sera tardi, quando tutti andavano a dormire. Il disco racchiude le sensazioni di quest’ultimo anno, avvenimenti della mia vita privata di tempo fa e di adesso. Mi sono fatto conoscere dalle persone per ciò che sono. C’è una grande fetta di me in questo disco”, racconta ancora l’artista.

“Fibra è stato un po’ un angelo custode”, continua Moreno, “Dopo averlo conosciuto in occasione delle due esibizioni fatte insieme ad amici abbiamo lavorato a distanza sui pezzi. Nonostante sia uno dei nomi più rilevanti della scena rap italiana è una persona disponibile, è molto ricettivo, ascolta di tutto. Ha ascoltato anche ciò che ho realizzato io ed ha voluto lavorare con me, forse ci ha visto qualcosa nei miei pezzi”, racconta ancora Moreno. Tra i brani spunta anche la collaborazione con Clementino: “Ho conosciuto Clementino durante le sfide di freestyle, tra ‘Tecniche perfette’ e Spit. E’ nata subito una simpatia, abbiamo passato delle serate insieme. C’era questa canzone che avevamo realizzato e che desideravo non uscisse come singolo ma all’interno di un prodotto. Questo pezzo è rimasto in archivio fino ad ora, quando abbiamo rivisto la base, realizzata in questa versione su un beat di THG. E’ il pezzo un po’ più street dell’album”, dice ancora Moreno.
“Per quanto riguarda il freestyle, direi che non si poteva fare meglio. Ho vinto battaglie ed ho partecipato a molte sfide. Sicuramente al mio concerto ci saranno momenti dedicati al freestyle ma mettermi ancora in gara uno contro uno… direi che ho già dato. Si va avanti. Il rap è un fenomeno fortissimo oggi, basta guardare le classifiche di vendita, ci trovate almeno cinque artisti hip hop tra le varie posizioni e questo è un segnale positivo. Mi piace molto la contaminazione che sta vivendo il rap in questi ultimi periodi: far cantare il ritornello ad un cantante trovo sia molto bello. Si pensi a Fibra con la Nannini o a Fedez con Francesca Michielin”, dice Moreno. Per quanto riguarda gli appuntamenti dal vivo, il rapper genovese sarà agli MTV Music Awards di Firenze la prossima settima e si dedicherà agli instore in questi giorni: “Ci tengo a precisare che il 9 giugno sarò a Genova, la mia città, a cui sono davvero legato. Nella scena genovese c’è un movimento ma è difficile farsi conoscere, non solo nel rap. Possiamo vantare personaggi come De André o comici di grande notorietà, anche se Genova, secondo me, è sempre rimasta un po’ nascosta. Sento davvero forti le mie radici genovesi e sono contento se nel mio piccolo riesco a dare voce al luogo da cui provengo”. Chiediamo a Moreno come i suoi colleghi hanno reagito alla sua partecipazione ad “Amici”: “Avessi visto io un collega partecipare ad un talent avrei pensato che sarebbe stata un’ottima vetrina per far conoscere e diffondere il rap ancora di più . Ma non tutti hanno fatto questo ragionamento. Io sono davvero sereno, ognuno è libero di fare ciò che vuole. Ci sarà sempre chi ti critica, nonostante il percorso tra sfide, centri sociali e affini. Non ho rinnegato il rap, anzi, ho cercato di aprire un ‘filone’’ con la mia partecipazione ad ‘Amici’, mettendoci la faccia. Mi fa sorridere tutto questo perché penso che in pochi avrebbero il coraggio di indossare la tutina bianca e ritrovarsi reclusi per quattro mesi, al posto di scrivere critiche poco costruttive sui social. Ma accetto anche questo, non si può piacere a tutti”, afferma l’artista. “In merito ai miei progetti futuri, a stretto giro c’è il tour promozionale. Poi vorrei realizzare dei videoclip di alcuni brani dell’album e magari un singolo che possa aprire la strada ad un disco prossimo”, conclude Moreno.

Commenti

caricamento dei commenti in corso

Tutto su

Moreno Donadoni
Moreno Donadoni nasce a Genova il 27 novembre 1989. Fin dalla scuola frequenta un collettivo freestyle; vince la sua prima gara di testi hip-hop e partecipa a diversi concorsi assieme alla crew Ultimi AED. Vince nel 2010 la gara di freestyle Tecniche Perfette, il che gli permette di aprire concerti di molti artisti di richiamo della scena rap italiana. Nel 2012 esce il freedownload l’album degli…
Leggi tutto >
30 set 2014    Rockol - La musica online è qui Rockol.com - All your music news in one place