Lou Marini e i Blues Brothers italiani insieme per una missione

Nel 2004 i Blues Brothers d'Italia e quelli d'oltreoceano si sono uniti in un'amicizia che oggi da i suoi frutti: l'album "'O soul mio".
Quattro anni fa il sassofonista di fama mondiale Lou Marini (cha ha suonato al fianco di Aretha Franklin, James Taylor e molti altri), stringeva per la prima volta la mano agli italiani Blues4People. Insieme, con la collaborazione della Original Blues Brothers Band, hanno realizzato un disco che risponde a una domanda precisa: e se i fratelli del blues fossero nati e cresciuti nel nostro Paese, tra spaghetti e mandolini?
La risposta è nei quindici brani dell'album, che reinterpretano la musica tradizionale italiana in chiave blues, passando da "Surdato nnamurato" fino a "Vitti na crozza", "O sole mio", "Jamme a vedé" "Ciuri ciuri".
La band italiana Blues4People, originariamente chiamata BBBand, ha scelto di cambiare nome nel 2006 dopo aver fondato l'omonima associazione benefica.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.