La Cina censura i-Tunes: il portale vende una compilation per la pace in Tibet

Chi volesse acquistare della musica su i-Tunes dalla Cina in questi giorni si troverebbe davanti a una brutta sorpresa: il sito è inaccessibile.
Il problema non è però di natura tecnica, come si potrebbe pensare, ma fa parte di un'operazione di censura attuata dal paese asiatico: il motivo sarebbe in questo caso una raccolta di brani "pro Tibet" messi in vendita sul portale.
L'album, intitolato "Songs for Tibet-art of peace", vede anche la collaborazione di Sting, Moby, Ben Harper e Alanis Morissette ed è stato acquistato da decine di sportivi impegnati nelle Olimpiadi di Beijing.
Nonostante le promesse di Pechino, i controlli rimangono quindi capillari anche su Internet e il diritto a manifestare resta solo un'utopia. (Fonte: Repubblica.it)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.