Stefano Rosso nei guai per una telefonata anonima

Stefano Rosso, cantautore che negli anni '70 divenne celebre per un inno allo spinello, è accusato di procurato allarme per aver effettuato una telefonata anonima annunciando l'imminente scoppio di una bomba a Bracciano, dove abita. Sabato 22 agosto alla questura di Roma sono giunte due chiamate: una voce maschile ha detto: «Siamo una cellula degli squatter; alle 22 scoppierà una bomba al quartiere Sentinella». La prima telefonata è risultata proveniente da un telefono pubblico, mentre la seconda è stata identificata come proveniente dal telefono dell'abitazione di Rosso, il quale ha negato ogni addebito, dando la colpa a un'interferenza o a una "clonazione" del suo apparecchio. Tuttavia il commissariato avrebbe "riscontri certi" sul fatto che le chiamate siano partite dall'abitazione del cantautore 50enne, che secondo alcuni abitanti del quartiere Sentinella di Bracciano sarebbe stato infastidito dal baccano di una festa di piazza (dove peraltro non era stato invitato a cantare).

Music Biz Cafe Summer: le collecting e l'emergenza Covid
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.