Giovanni Allevi al PVI: 'Riguardarmi è tremendo'

Giovanni Allevi al PVI: 'Riguardarmi è tremendo'
Giovanni Allevi è stato l'ospite d'onore della terza giornata del PVI. Il pianista ha presentato al pubblico accorso alla Università IULM di Milano il DVD “Joy tour 2007” in cui sono inserite le riprese del concerto tenuto allo Sferisterio di Macerata.

Dopo la proiezione del DVD, che arriverà nei negozi il prossimo 30 novembre, Allevi ha incontrato il pubblico con la mediazione della musicologa, giornalista e autrice radio-tv Gaia Varon.
“Riguardare una mia esibizione come mi è successo oggi è tremendo”, ha spiegato Giovanni. “Mi immedesimo nel concerto e temo di sbagliare anche se so che non l'ho fatto. D'altro canto non avendo il pianoforte a casa ripasso tutte le note utilizzando un sistema di concentrazione. Quindi mi è molto utile riascoltarmi o, come in questo caso, rivedermi, anche perché domani ho un concerto a Bruxelles”.
Il pianista è stato spinto a parlare del suo lato pubblico oltre a quello musicale: “Per questo DVD ho avuto la fortuna di lavorare al fianco di chi si è occupato del montaggio. Con loro abbiamo avuto una cura particolare nel mostrare le riprese che favorivano la visione delle mani che, in un concerto, sono la parte meno visibile dal pubblico”, ha spiegato Giovanni. “Rispetto ad altri colleghi io mi presento sul palco con i vestiti di tutti i giorni e le scarpe da ginnastica, e questo ha creato molto scalpore nell'ambiente musicale. Per me è fondamentale mostrarmi senza filtri, rimanendo fedele alla propria natura, anche perché il pubblico capisce subito se si è artefatti”.

Allevi ha infine risposto alle domande del pubblico sul suo processo creativo. “Da quando mi sono trasferito a Milano a casa non ho un mio pianoforte, e la composizione avviene così senza di esso. La musica mi viene a trovare già strutturata nei momenti più strani, l'importante è essere ricettivi. Poi la elaboro e scrivo sul pentagramma e infine la eseguo al pianoforte. L'ultimo passaggio creativo è l'ascolto del pubblico. Spesso il Giovanni compositore mette molto in difficoltà il Giovanni esecutore, ma a differenza di tanti musicisti classici io cerco di far pace con i miei limiti”, ha spiegato il musicista. “Per quanto riguarda il live posso dire che gli appassionati della mia musica hanno colto subito la differenza tra registrazioni di studio e concerti. In pubblico suono più veloce perché seguo le pulsazioni del mio cuore, che è il mio riferimento ritmico. Credo che la pulsazione ritmica sia molto importante in un pianista. Se poi dal vivo mi capita di sbagliare una nota piango dentro di me e il Giovanni compositore rimprovera l'esecutore”.
Prima di salutare Allevi ha annunciato che tornerà ad esibirsi in Italia dall'inizio del 2008 e arriverà a Milano in marzo.

Il Premio Videoclip Italiano si conclude domani, venerdì 23 novembre, con la cerimonia di consegna dei premi. Per ogni informazione si può consultare il sito ufficiale http://www.rockol.it/PVI/default2.htm.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.