Cina, per un miliardo di persone il rock dipende da un solo DJ

Si chiama Zhang Youdai, ha 31 anni e fa il DJ. Da Pechino trasmette, ogni lunedì pomeriggio, un programma rock che s'intitola "New music magazine". Per i cinesi è un eroe, un mito: chi possiede un registratore registra avidamente il suo programma, i giovani ascoltano, discutono, lo trovano irresistibile. Già, perché Youdai è l'unico DJ cinese autorizzato, anche se il suo programma è stato interrotto decine di volte da zelanti funzionari del partito, a trasmettere dischi rock. Da notare che i termini "rock" e "rock'n'roll" in Cina sono ufficialmente banditi. Youdai è ormai così popolare che le autorità sono costrette a chiudere un occhio. "Mi chiamano ancora 'elemento pericoloso', ma è la prova che sto facendo qualcosa di interessante", ha detto ultimamente l'unico DJ che fa ascoltare il rock ad un miliardo e duecento milioni di persone.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.