DMX punito per i vestiti per cani

DMX dovrà pagare 242mila dollari alla ditta che confeziona per suo conto vestiti per cani.

La Boomer 129 è la linea di abbigliamento e accessori lanciata dal rapper in collaborazione con la Amusing Diversions, che di fatto la produce e distribuisce. La causa, iniziata nel 2004, è andata avanti senza la presenza di DMX in aula: anche per la sua prolungata assenza, il giudice ha deciso di punire il cantante. L’accusa principale mossa dalla Amusing era quella di non aver rispettato gli accordi contrattuali: DMX avrebbe dovuto pubblicizzare la Boomer 129 nelle sue apparizioni tv e durante i concerti. L’artista, oltre a non aver mai fatto menzione della sua speciale linea d’abbigliamento canina, ha impedito con i suoi precedenti penali (accuse e condanne per crudeltà verso gli animali) l’arrivo della Boomer nei negozi. Nonostante questo fallimento, il rapper si prepara al lancio di DMX Authentic e Earl Simmons Signature Collection, due linee d’abbigliamento per uomo e donna in arrivo nei negozi americani. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.