Organizzazione cristiana accusa 50 Cent

Organizzazione cristiana accusa 50 Cent
50 Cent dovrebbe eliminare le croci dalle sue collane. E’ quanto chiedono i soci della Resistance, organizzazione Cristiana che si occupa di preservare i valori Cristiani nel mondo dei media: “50 Cent non è un Cristiano e, ascoltando le sue canzoni, appare chiaro che lui è più dalla parte di Satana. Troviamo quindi blasfemo il fatto che questo rapper indossi delle croci mentre intona i suoi brani violenti. Un largo diamante con un simbolo satanico gli si addice”, ha dichiarato Mark Dice, fondatore della Resistance. A rispondere è Chris Lighty, manager dell’artista: "E’ una richiesta assurda. Prima di lanciare la prima pietra, i detrattori di 50 Cent dovrebbero osservare il suo lavoro come benefattore portato avanti con successo da anni. Questo è il mondo dello spettacolo e se a queste persone non piace la sua musica, nessuno li costringe ad ascoltarla”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.